Asia Argento, l’incidente della sorella Anna morta tragicamente a soli 22 anni

Asia Argento, il terribile lutto per la perdita della sorella Anna: la ragazza è morta in un’incidente automobilistico quando aveva 22 anni.

La vita di Asia Argento è costellata di dolorosissime perdite. La sorella Anna Ceroli aveva solo 22 anni quando, nel 1994, perse la vita in un incidente motociclistico. Asia la ricorda ancora con affetto, senza riuscire (ovviamente) a superare il dolore causato dalla perdita della sorella.

Asia Argento: il terribile lutto dopo la morte della sorella Anna

Asia e Anna sono nate dalla stessa madre, Daria Nicolodi, ma da padri diversi. Il papà di Asia è lo scultore Mario Ceroli, con cui Daria ebbe una relazione anni prima di conoscere Dario Argento. Anna nacque nel 1972, tre anni prima di Asia, e nonostante le difficili condizioni familiari le due erano legatissime. La morte di Anna causò un forte trauma in Asia, che per questo motivo ha sempre rifiutato di comprare un motorino ad Anna Lou, la figlia che l’artista ha avuto con Morgan. “Lo scooter al suo quattordicesimo compleanno non arriverà, io ho perso una sorella in un incidente in motorino” aveva spiegato pubblicamente Asia. Anche se ancora giovanissima, la ragazzina comprese le paure della madre e pare che non abbia mai insistito per farle cambiare idea.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da asiaargento (@asiaargento)

Potrebbe interessarti leggere anche —> Asia Argento parla della mamma scomparsa: “Mi manca e tremo”

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI!

Nel 2015 Asia Argento ha ricordato la sorella su Instagram, in occasione del suo 43esimo compleanno, scrivendo: “Oggi la mia bellissima sorella avrebbe compiuto 43 anni. Ma lei è stata scelta per essere uno spirito superiore, puro che circonda tutti coloro che la amano e hanno bisogno della sua protezione. Pregate per tutti gli spiriti dei vostri cari che sono passati a miglior vita, sono i vostri alleati nelle vostre lotte e nei vostri progressi. Ti amo sorellina”.