Rosina Carsetti, svolta nel delitto: arrestati figlia e nipote FOTO

Il delitto che aveva visto Rosina Carsetti come vittima sfocia in un colpo di scena, a due mesi di distanza dalle relative indagini.

Rosina Carsetti figlia nipote
Caso Rosina Carsetti figlia e nipote arrestati Foto dal web

Rosina Carsetti, da parte delle forze dell’ordine arriva un provvedimento clamoroso. Che rappresenta una potenziale svolta in questo caso di omicidio, verificatosi  fine dicembre a Montecassiano, in provincia di Macerata. Infatti i carabinieri di stanza nella città marchigiana hanno arrestato la figlia ed il nipote della vittima.

Leggi anche –> Delitto Carsetti, chi è la donna di 78 anni trovata morta a Montecassiano

Loro sono Arianna Orazi ed Enea Simonetti e nei loro confronti vige l’accusa di concorso in omicidio volontario premeditato. C’è anche una aggravante che fa riferimento alla “minorata difesa della vittima”. Il ritrovamento del corpo di Rosina Carsetti avvenne prima di Natale, con il cadavere che non presentava segni di violenza ad eccezione di tracce che sin da subito avevano fatto pensare ad uno strangolamento come causa della morte. L’inchiesta ha interessato anche il marito di Rosina Carsetti, Enrico Orazi. Ma nei suoi confronti il giudice ha scelto di non intraprendere alcuna disposizione di carcerazione. Dei reati sono imputabili anche a lui però.

Leggi anche –> Delitto di Natale, Rosina morta soffocata: stabilita l’ora del decesso

Rosina Carsetti, indagato anche il marito: possibile movente economico

L’uomo, assieme alla figlia ed al nipote, deve rispondere di simulazione di rapina e di falsa testimonianza. Alle autorità che erano intervenute dopo la denuncia relativa alla morte della 78enne Rosina, gli indagati avevano parlato di un assalto in casa compiuto da uno sconosciuto con il volto coperto. L’inchiesta è coordinata dalla Procura della Repubblica di Macerata.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Delitto Rosina Carsetti, parla un’amica: “Ecco cosa succedeva con la figlia”

Essa coinvolge anche la Polizia Economica Finanziara della Guardia di Finanza maceratese. Gli specialisti del nucleo finanziario stanno compiendo verifiche parallele allo scopo di trovare un possibile movente alla base del delitto. Il corpo di Rosina venne rinvenuto lo scorso 24 dicembre nella villa di famiglia di Montecassiano.