Delitto Rosina Carsetti, parla un’amica: “Ecco cosa succedeva con la figlia”

“Rosina Carsetti si sfogava apertamente: l’arrivo in casa della famiglia di sua vita le aveva stravolto la vita”: così un’amica dell’anziana trovata morta in casa a Montecassiano ai microfoni di Pomeriggio 5

Nell’ultima puntata di Pomeriggio 5 Barbara D’Urso è tornata a parlare del giallo di Montecassiano (Macerata). Il giallo di “nonna” Rosina Carsetti è tuttora irrisolto, ma una sua amica ha deciso di rompere il silenzio: “Si sfogava su quello che succedeva con la figlia…”, dice, confermando la ricostruzione di un contesto familiare a dir poco problematico per la 78enne pensionata uccisa il 24 dicembre scorso in circostanze misteriose.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

L’inquietante retroscena sulla morte di Rosina Carsetti

“Quando veniva in negozio – racconta l’amica di Rosina Carsetti ai microfoni di Pomeriggio Cinque – lei parlava a voce alta… Era un suo modo di esprimersi che visto dal di fuori poteva anche non sembrare ‘reale’. Lei ci rideva pure su”. Barbara D’Urso incalza l’ospite in collegamento: si sfogava su cosa? “Sul fatto che la figlia con il nipote e il marito fossero andate a vivere a casa sua. Questo fatto le aveva stravolto la sua routine. Lei amava molto le sue cose…” risponde la testimone da Montecassiano.

Leggi anche –> Delitto di Natale, Rosina Carsetti morta soffocata: stabilita l’ora del decesso

Dal fronte delle indagini, intanto, arrivano nuovi sviluppi: verrà eseguita un’ispezione dell’infisso che per i familiari di Rosina Carsetti sarebbe stato forzato dal presunto ladro. La Scientifica aveva già stabilito che non si trattava di segni di effrazione, ma la Procura ha disposto l’ulteriore accertamento per “scrupolo”.

Leggi anche –> Rosina Carsetti, chi sono marito, figlia e nipote: tutti indagati