Aspirante pediatra morta di Coronavirus: aveva solo 20 anni

Il dramma di Helen Etuk, aspirante pediatra morta di Coronavirus: aveva solo 20 anni e sognava la laurea in medicina.

(Facebook)

Helen Etuk era sulla buona strada per realizzare il suo sogno di diventare un pediatra. La ventenne stava terminando il suo ultimo anno presso l’Università del Nord del Texas e aveva in programma di conseguire la laurea in medicina dopo il diploma al college. La ragazza, da quanto si apprende, sarebbe cresciuta senza padre.

Leggi anche –> Coronavirus: indice Rt, variante inglese e Regioni, le novità

La giovanissima studentessa sperava di poter un giorno curare qualsiasi bambino che avesse bisogno di aiuto, anche se i suoi genitori non avrebbero potuto permettersi le cure. Ma dopo aver contratto COVID-19, la ragazza è morta a causa del virus il 12 gennaio, un mese prima del suo 21° compleanno.

Leggi anche –> Dpcm, le misure attuali verranno prolungate: i dettagli

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Morta a 20 anni di Coronavirus: il dramma dell’aspirante pediatra

Helena Etuk, che aveva anche il lupus eritematoso sistemico, era tornata alle lezioni frontali presso l’Università del Nord Texas e ha fatto del suo meglio per prendere le distanze dai suoi compagni di classe. Indossava sempre una mascherina, ha detto al Times sua madre Ellen Clinton. Ma alla fine dell’anno scorso la studentessa ha iniziato a tossire. La mamma della ragazza ha aggiunto: “Ha incolpato se stessa, dicendo che ha fatto un errore nel tornare a scuola. Ha detto che a volte gli studenti tirano giù le loro maschere, quindi si coprono la bocca ma non il naso”.

La tosse era dunque COVID-19 e ha trascorso quasi tre mesi in ospedale con il virus prima della sua morte a gennaio. Dopo aver raccolto fondi su GoFundMe per coprire i costi delle spese sanitarie e funebri, la famiglia ha tenuto un funerale per lei alla fine di gennaio. “Era una sorella, una figlia e un’amica meravigliosa che ha toccato la vita di coloro che le stavano intorno”, sono le parole di un amico di famiglia. “Non ha mai chiesto bambole. Ha sempre chiesto libri”, ha detto sua madre, ricordando il grande impegno che ci ha sempre messo nella vita.