M5s al voto su Rousseau: i punti e l’ipotesi astensione

Il M5s al voto sulla piattaforma degli iscritti per decidere se sostenere il governo Draghi. Ecco i punti del programma

Governo Draghi, voto su Rousseau

Il sostegno al Governo Draghi da parte del M5s è subordinato all’esito del voto degli iscritti attraverso la piattaforma Rousseau. Non cambiano il metodo Di Maio & co. quando si tratta di prendere decisioni che spaccano l’opinione interna al movimento. Intanto in caso di vittoria del no potrebbe esserci l’astensione in parlamento piuttosto che un voto contro.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

M5s al voto: i punti del programma

-Passare da un modello che cura i malati a quello che mantiene i cittadini in salute

– Riforma RAI ed Editoria

– Piano d’azione scuola 2.0. Verso la scuola del futuro.

– Acqua Pubblica. Nazionalizzazione delle fonti (art. 43 Cost.) e delle gestioni idriche riconoscendo che il valore dell’acqua per il benessere umano e in una visione eco-centrica va ben oltre il suo ruolo di sostegno diretto alle funzioni vitali fisiche e include la salute mentale, il benessere spirituale, l’equilibrio emotivo e la felicità. Dal blog Beppe Grillo ha pubblicato i 17 punti obiettivo del Movimento da realizzare con il nuovo governo:

– Pubblicizzazione delle autostrade e riforma dei regimi di concessioni su infrastrutture pubbliche (aeroporti, porti e altre)

– Creazione di una Banca pubblica per gli investimenti

– Rete telematica unica a controllo pubblico e superamento del divario digitale

– Salario minimo: non può essere più di 12 volte superiore al salario mediano

– Reddito Universale

– Riforma fiscale ecologica:

– Patrimoniale grandi ricchezze

– Piano d’azione per aumentare la parità di diritti tra i generi

– Città e comunità sostenibili La «città dei 15 minuti»

– Svolta verde per le imprese

– Green New Deal

Leggi anche > L’incontro Salvini-Berlusconi e la strategia di governo

– Investimenti per un’agricoltura efficiente e sostenibile

– Decreto Clima

– Legge sul conflitto di interessi

– Voto ai sedicenni

– Completamento dell’iter di approvazione della riforma della giustizia Bonafede

– Sviluppo sostenibile nella Costituzione

– Riforma organizzazione dello Stato e abolizione enti inutili; introduzione delle preferenze nella legge elettorale

– Posizionamento internazionale. Coesistenza pacifica, equi-vicinanza tra poli, cooperazione, rispetto reciproco, sviluppo condiviso e inclusivo. Rifiuto della logica dei blocchi contrapposti.

Leggi anche > Governo, cosa cambia per Quota 100

Davide Casaleggio, chi è
Davide Casaleggio – foto viagginews