L’incontro Salvini-Berlusconi e la strategia sul Governo Draghi

Lungo e cordiale colloquio a Villa Grande tra Matteo Salvini e Silvio Berlusconi: “Sostegno a Draghi, senza veti”

Berlusconi Covid
Silvio Berlusconi  FOTO Getty Images

Si va a delineare la compagine di maggioranza che sosterrà, almeno in questa fase iniziale, il nuovo Governo a guida Mario Draghi. In questa fase pesa molto la strategia dei partiti. L’istituzionalizzazione del nuovo governo, a marchio presidenziale perchè voluto dal Capo dello Stato Sergio Mattarella data l’inopportunità momentanea delle elezioni, permette ai partiti di usare la strategia- Il Governo del Presidente, nel segno dell’unità nazionale e pronto ad intervenire per l’emergenza economica, sociale e sanitaria, non ha una veste politica. Questo fattore permette ai partiti di aderire e sostenere Draghi pur trovandosi al tavolo con forze politiche avverse. E’ il carattere non politico ma istituzionale che facilita l’operazione. I partiti possono, così, smussare alcuni punti caratteristici di tipo politico e convergere poggiandosi sull’emergenza e sull’iniziativa del Capo dello Stato.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Governo Draghi, Berlusconi trascina la Lega

Sono questa veste è anche la posizione della Lega di Matteo Salvini. Il segretario del partito del Nord ha rivisto le sue posizioni ascoltando e seguendo la linea dell’alleato Berlusconi. Il leader di Forza Italia è stato sin da subito favorevole alla nascita di un governo di unità nazionale ed è riuscito a convincere della necessità di sostenere Draghi anche l’alleato che tanto europeista non era mai stato fino a qualche ora fa. L’incontro a Villa Grande, nuova residenza romana di Berlusconi, è andato verso questa direzione.

Leggi anche > Covid, Lorenzo Cesa ricoverato

In questa fase è chiaro l’intento dei partiti di esserci e non consegnare lo spazio di governo all’avversario politico. L’assenza della Lega avrebbe sbilanciato il governo verso i “rivali” politici del Pd e del Movimento 5s. Posizione non lontana anche nel Movimento che, come motivazione ulteriore, ha una unità da preservare in seno all’alleanza nata sotto il Governo Conte con Pd e Leu.

Leggi anche > Governo Draghi, cosa cambia per le pensioni

Salvini Conte
Il segretario della Lega con Conte –  Foto dal web