Luigi Tenco, Patruno rivela: “Presto il nome di chi l’ha ucciso”

Il cantante Luigi Tenco è morto ormai 54 anni fa, ma c’è ancora chi dubita che il suo sia stato un suicidio. Tra questi, Lino Patruno.

Lino Patruno insiste a distanza di 54 anni dal “Festival di Sanremo” che è stato teatro della morte del cantautore Luigi Tenco. La sua è stata una morte avvolta nel mistero ma classificata ufficialmente come un suicidio.

Secondo Lino Patruno il cantautore Luigi Tenco non si è affatto suicidato, ma sostiene che sia stato vittima di un omicidio. Il cantautore ritiene inoltre di conoscere il nome dell’assassino di Tenco e ha affermato che lo renderà presto pubblico. La notizia è stata riportata oggi dal settimanale Oggi, ma l’anticipazione è rilasciata dal sito Dagospia. “Macché suicidio, Luigi fu ammazzato!”, ha detto Patruno al periodico in edicola da domani. Oggi di anni il musicista ne ha 85 ed è stato un grande amico del cantautore genovese.

LEGGI ANCHE -> Luigi Tenco si suicidava a Sanremo il 27 gennaio 1967: cosa accadde davvero

LEGGI ANCHE -> Chi è Luigi Tenco: vita e carriera dell’indimenticabile cantautore

Svelato l’assassino di Tenco, a breve la rivelazione

Luigi Tenco è venuto a mancare in circostanze misteriose la notte del 27 gennaio 1967, poco dopo aver cantato al “Festival di Sanremo“. Con la sua “Ciao amore ciao“, cantata sia da lui che dall’artista Dalida conquistò il pubblico, ma non quello dell’Ariston, che preferì altri artisti in gara. Il cantante fu eliminato dalla competizione e non prese bene la notizia e fu trovato poche ore dopo dall’amico Lucio Dalla e dalla stessa Dalida nella sua stanza d’hotel, senza vita.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!

Ho saputo che un ricercatore, il quale ha dedicato parte della sua vita a studiare meticolosamente la vita e la morte di Tenco, pubblicando già diversi libri, ha scoperto chi è l’assassino e presto ne renderà pubblico il nome“, ha dichiarato l’85enne Lino Patruno.