Esonero Gattuso, la situazione precipita dopo l’eliminazione

Ancora una sconfitta per il Napoli targato Rino Gattuso. L’eliminazione dalla Coppa Italia brucia tanto: esonero in vista?

Gattuso
Gattuso (Getty Images)

Il Napoli non riesce a fare il salto di qualità. In primis, c’è da dire che la stagione della compagine partenopea è stata complicata per diversi casi da Covid e per vari infortuni di giocatori importanti. Gattuso così si è ritrovato a lavorare con le terze scelte senza poter dare la sua impronta con i soliti titolarissimi, ma si poteva fare meglio in alcune partite. Sabato ci sarà la super sfida contro la Juventus e, in caso di vittoria, l’ambiente potrebbe tornare sereno almeno per il momento. Osimhen sembra ormai essere sulla via della guarigione dopo una prestazione sufficiente a Bergamo; Fabian, invece, è tornato per la prima volta tra i convocati dopo il caso di positività. Ora Gattuso cercherà di recuperare al meglio Mertens e Koulibaly per riproporre il suo assetto tattico ideale.

Leggi anche –> Napoli, notte verità per Gattuso: il passaggio può diventare cruciale

Leggi anche –> La chiave per Gattuso che si gioca tutto con Atalanta e Juventus

Esonero Gattuso, l’idea per il futuro

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Al momento la soluzione migliore sarebbe quella di continuare la stagione con l’allenatore calabrese provando così a qualificarsi per la prossima Champions. Le possibilità sono ancora tante con il Napoli impegnato ancora in Europa League per il doppio confronto con il Granada. Nell’ultimo periodo sui vari quotidiani sportivi sono comparsi i nomi di ex illustri, come Mazzarri, Benitez e Sarri, ma Gattuso dovrebbe portare a termine la stagione visto che è già metà febbraio. La separazione eventuale arriverà soltanto in estate con un possibile addio con il presidente De Laurentiis.

Gattuso
Gattuso (Getty Images)