Napoli, notte verità per Gattuso: il passaggio può diventare cruciale

Gattuso si gioca molto stasera a Bergamo. In caso di finale la sua posizione si rinforzerebbe in modo determinante

Rino Gattuso – foto dal web

Rino Gattuso rimane sulla graticola e la situazione si fa difficile per le prossime sfide. Stasera lo aspetta l’Atalanta nella semifinale di ritorno di Coppa Italia. Il pareggio a reti inviolate lascia aperta qualsiasi ipotesi. Teoricamente l’Atalanta sarebbe favorita, ma il fattore campo con le porte chiuse al pubblico ha una rilevanza inferiore rispetto al solito. Il Napoli potrebbe portare a casa la finale con qualsiasi pareggio, escluso lo 0-0 che porterebbe ai rigori. Sabato, poi, c’è una nuova sfida alla Juventus, al Maradona. Due gare ricche di contenuti per gli azzurri e che possono decidere il futuro di Gattuso e del Napoli. La sfida alla Juventus può avere risvolti emotivi incisivi. La vittoria significherebbe ripartenza per il gruppo e per Gattuso; una sconfitta, invece, farebbe piombare nel baratro emotivo una squadra già scossa dagli ultimi avvenimenti.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Gattuso si gioca molto a Bergamo

Tuttavia, Bergamo può essere cruciale ancor di più per l’allenatore calabrese. Gattuso rimane in bilico ma la squadra ha mostrato di essere viva, di essere con lui. Queste premesse, unite ad una eventuale qualificazione in finale rafforzerebbero ulteriormente la posizione di Gattuso in panchina. Difficile mandare via un tecnico che porta la squadra in una finale per il secondo anno consecutivo. Molto più semplice proseguire e cavalcare l’onda positiva che ne verrebbe di conseguenza sul gruppo. Del resto, a Napoli c’è chi afferma che Gattuso sia già certo della sua permanenza fino a giugno. E’ spuntata una telefonata di chiarimento tra il mister e il patron, tutta da confermare.

Leggi anche > Atalanta-Napoli, formazioni e precedenti

A questo scenario di incertezza, il Napoli e Gattuso ci arrivano con assenze molto pesanti. Manca la coppia di centrali difensivi titolare e Mertens prosegue la riabilitazione in Belgio. Ci sono i recuperi di Fabian e Osimhen che portano un po’ di fiducia, ma l’emergenza rimane.

Leggi anche > Serie A, rivoluzione in tv

Coppa Italia – foto viagginews