Serie A solo in streaming su Dazn, rivoluzione in arrivo dopo l’era Sky

Diritti tv, si va verso il sodalizio Serie A Dazn con la messa in onda esclusivamente in streaming. L’11 febbraio i risultati del bando.

Serie A Dazn diritti tv

Per i diritti di trasmissione della Serie A Dazn e Sky risultano gli ultimi contendenti che si sono spartiti la torta. In precedenza c’era stata anche Mediaset, che da tempo però si è chiamata fuori. Gli equilibri però sono destinati a cambiare ancora, a quanto pare già dalla prossima stagione. Infatti si sta discutendo per l’assegnazione dei diritti relativi al triennio 2021-2024, con il bando che avrà una decisione finale nella giornata di giovedì 11 febbraio.

Leggi anche –> Abbonamento Sky, cala il prezzo dei pacchetti: tutti i dettagli

Emerge in tutto ciò una certezza, già ufficiale: sarà uno solo il soggetto cui fare riferimento. Niente più doppio abbonamento, almeno per quanto riguarda il campionato. Infatti le coppe europee apparterranno, per i loro diritti di messa in onda, a Sky ed Amazon. Da quanto si prospetta, Dazn sembra essere in pole position per accaparrarsi tali diritti e per trasmettere esclusivamente sul web. L’emittente fondata a Londra ha messo sul piatto 840 milioni di euro per l’intero campionato, sopravanzando la concorrenza di Sky, ferma a 750 mln per la trasmissione sia via satellite che in digitale e sul web.

Leggi anche –> Amazon, la Champions League in diretta su Prime Video: i dettagli

Serie A Dazn, il grande cambiamento che esclude Sky

Finora gli accordi vedevano quest’ultima titolare di 7 partite su 10. Ora però lo scenario sembra destinato a cambiare, con tra l’altro anche la probabile istituzione di un canale della Lega Serie A da affidare o proprio a Dazn oppure a Tim o a Sky. Circola anche la voce che Dazn e Tim si siano alleate strategicamente.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Netflix, novità di febbraio: film e serie tv, le nuove uscite

Anche la novità Dazn ha ricevuto l’appoggio dei presidenti dei vari club del massimo campionato. In caso fosse quest’ultima ad uscire vittoriosa dall’asta per i diritti tv, ne verrebbe fuori un cambiamento che coinvolgerà almeno 4,5 milioni di abbonati Sky attuali.