Elisa Lam, chi è la donna morta al Cecil Hotel: il mistero della sua sparizione

Un caso davvero spaventoso quello di Elisa Lam, la giovane ragazza morta in circostanze misteriose al Cecil Hotel. Ecco la dinamica dell’accaduto.

I casi irrisolti fanno sempre un po’ paura. C’è qualcosa di terrificante nel non dare un perché, un come, un chi alla morte di qualcuno. E’ il caso di Elisa Lam, una ragazza di 21 anni, piena di interessi ma anche affetta da depressione e disturbo bipolaremorta in circostanze davvero misteriose al Cecil Hotel di Los Angeles. Tra esperti e presunti tali che hanno tentato di risolvere il mistero della sua morte, il caso di Elisa Lam è uno tra i cold case più virali e discussi di sempre.

Elisa Lam, la dinamica della morte misteriosa

La mattina del 19 febbraio 2013, alcuni ospiti del Cecil Hotel hanno notato qualcosa di strano nell’acqua: aveva un sapore rancido e un odore nauseante. Lo staff dell’Hotel ha così controllato le cisterne d’acqua presenti sul tetto. Sul fondo di una cisterna, con il volto rivolto verso terra e immerso in poca acqua, il cadavere di una donna, che poi la polizia ha identificato come la 21enne Elisa Lam.

Leggi anche–> Morte improvvisa e inspiegabile di due gemelli di 3 anni: via alle indagini

Il mistero sulla sua morte è iniziato. Un decesso inizialmente pensato come suicidio ma presto identificato come misterioso. La ragazza, minuta e giovane, non avrebbe potuto sollevare i pesanti coperchi delle cisterne da sola e poi richiuderli, perché già morta. I genitori di Elisa avevano denunciato la scomparsa della figlia all’inzio del mese di febbrario.  La Polizia aveva perlustrato l’albergo da cima a fondo, senza mai trovare niente.

Leggi anche–> Ragazzo trovato morto in casa a Roma, con indosso una scritta misteriosa

L’unico indizio in possesso delle autorità è anche quello che ha reso il caso di Elisa virale e ha aggiunto una nota sinitra al tutto: un video raccolto dalle telecamere di sorveglianza dell’hotel poste nell’ascensore, che porta anche al tetto dell’edificio. Il video, diffuso su internet, mostra l’ultima volta che Elisa è stata vista viva. Aveva con addosso i vestiti che indossava quando è stata trovata morta. La ragazza è in ascensore e si comporta in modo strano e inspiegabile. Agita le mani, sembra parli da sola, schiaccia tutti i bottoni dell’ascensore apparentemente in modo casuale, entra e esce come nascondendosi da qualcosa.

Le cause della morte di Elisa non sono mai state definite del tutto e il suo rimane uno tra i casi più affascinanti e spaventosi, per tutti gli appassionati di true crime.