Alda D’Eusanio, diagnosi choc dello psichiatra: “Va protetta da se stessa”

Dopo la cacciata della giornalista Alda D’Eusanio dalla Casa del Grande Fratello Vip, lo psichiatra Alessandro Meluzzi invita a considerare la vicenda da un’altra prospettiva. 

Alda D'Eusanio

L”esperienza di Alda D’Eusanio all’ultima edizione del Grande Fratello Vip si è conclusa nel peggiore dei modi. La nota giornalista e opinionista è stata letteralmente cacciata dal reality dopo le note esternazioni choc su Laura Pausini e il compagno Paolo Carta, che hanno subito innescato una querela. Ma c’è una voce fuori dal coro, quella dello psichiatra Alessandro Meluzzi, che propone un’altra e interessante chiave di lettura dell’intera vicenda.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Quei dubbi sulla “lucidità” di Alda D’Eusanio

Ad anticipare qualche ghiottissimo stralcio delle dichiarazioni rilasciate da Alessandro Meluzzi, a Nuovo Tv è il direttore della testata, Riccardo Signoretti, dalle pagine del proprio account Instagram, con tanto di copertina del magazine in primo piano. “Frasi shock al GF vip: Mediaset caccia la giornalista Alda D’Eusanio e, in un comunicato, scrive che lei ‘dovrà prendersi la completa responsabilità delle sue azioni’ – scrive il giornalista in un post -. Ma siamo sicuri che possa essere considerata del tutto responsabile?”.

Leggi anche –> Alfonso Signorini “massacra” Alda D’Eusanio: nessuna pietà

Signoretti tira dunque in ballo lo psichiatra Alessandro Meluzzi, che “su Nuovo in edicola giovedì 11 febbraio, esprime molti dubbi in proposito. Dopo l’incidente del 2012 e il lungo periodo di coma, ancora oggi, secondo il medico, ‘la D’Eusanio andrebbe protetta, anche da se stessa. Ha perso il concetto del limite e il buon senso’. E le persone che si sono sentite offese dalle sue esternazioni? Scoprite su Nuovo il parere di Meluzzi”. Alzi la mano chi non è curioso di saperne di più… 

Leggi anche –> Alessandro Meluzzi, gravi minacce: “Il tuo ufficio esploderà presto” 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Riccardo Signoretti (@riccardo_signoretti)

Alessandro Meluzzi