Tragedia, troppa solitudine a causa del Covid: 18enne si impicca

La tragedia è avvenuta negli USA. Uno studente di soltanto 18 anni si è impiccato nel proprio dormitorio a causa della troppa solitudine.

È accaduto tutto durante l’Ottobre del 2020. Una terribile tragedia ha visto come protagonista il giovanissimo Trevor Till. Il ragazzo, uno studente originario di Ottowa, Illinois, negli Stati Uniti, si è tolto la vita impiccandosi nel dormitorio del college. Il gesto estremo è stato compiuto a causa della troppa solitudine. Trevor si trovava infatti in pieno lockdown, dovuto alla diffusione del Coronavirus.

Leggi anche->Uccide la vicina con una vanga: lite tra donne finisce in tragedia

Secondo Lisa Moore, la mamma di Trevor, il ragazzo è stato a tutti gli effetti una vittima di Covid. La 56enne, con il cuore completamente spezzato, sta combattendo per sensibilizzare tutti i genitori e spingerli a tenere sotto controllo la salute mentale dei propri figli durante la pandemia. Lisa ha raccontato che il 18enne non ha mai mostrato segni preoccupati, tutt’altro. Era triste a causa della situazione di blocco, ma al telefono, poche ore prima del suicidio, ha ribadito alla madre di stare bene.

Leggi anche->Bambina in fin di vita per una bomba da bagno, tragedia si poteva evitare

Trevor era il più giovane di 5 fratelli, e si era trasferito nel dormitorio del nuovo college da appena due mesi. Il ragazzo era solare, socievole, ed amava molto lo sport. Era membro della squadra di corsa campestre e di salto con l’asta della Seneca High School, e suonava anche il trombone. La scuola era la sua vita, e infatti era un vero e proprio studente modello, molto popolare e gentile. “Amava stare in mezzo alla gente, così quando la scuola è stata chiusa a Marzo si è sentito perso.” ha raccontato Lisa al Metro.co.uk. “La scuola era la sua vita e gli mancavano tutti, gli mancavano i suoi amici”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Morte di Trevor Till: le parole di mamma Lisa dopo la tragedia

La tragedia avvenuta nei dormitori della Seneca High School si è portata dietro numerosi cuori spezzati. Il 18enne Trevor Till si è tolto la vita a causa della troppa solitudine, e la sua famiglia sta ancora affrontando la gravissima perdita.

“Non lo auguro a nessuno. Era così pieno di vita e amorevole, questa è l’ultima cosa che mi aspettavo accadesse. Non voglio che altri genitori debbano affrontare quello che ho passato” ha raccontato Lisa Moore, la madre di Trevor. “Mi ha detto che era triste, ne abbiamo parlato e gli ho detto che lo capivo. Gli ho consigliato di provare a parlare dei suoi problemi con qualcuno, ma non sappiamo se lo abbia fatto o meno”. Poi ha continuato: “Sono stata l’ultima persona a parlare con lui, quella domenica sera. Ci siamo sentiti al telefono, stava cenando e sembrava stesse bene“. Le cose non sono però andate nel modo sperato, e i genitori si sono allarmati poco tempo dopo. “Suo padre stava cercando di chiamarlo, e non riuscivamo a contattarlo, così la polizia universitaria ha fatto il controllo mercoledì. Lo hanno trovato incosciente nella sua stanza, e hanno detto che si era impiccato”. Mamma Lisa ha il cuore completamente infranto. “Il colpo è stato devastante, e vivere adesso è molto più difficile. Provo tanto senso di colpa”.