Marzia Gregoraci, chi è il marito Antonio Scaramuzzino: età, carriera, foto

Marzia Gregoraci è la sorella della più nota Elisabetta: scopriamo chi è e cosa fa il marito della donna Antonio Scaramuzzino.

Come già rivelato in un precedente articolo, oggi apparirà per la prima volta in televisione la sorella di Elisabetta Gregoraci, Marzia. Le due donne calabresi hanno un rapporto molto stretto e sin da quando sono piccole (si scambiano di soli 2 anni) sono l’una l’ancora dell’altra. Nel corso della puntata di Verissimo, dunque, riusciremo a scoprire alcuni retroscena del loro rapporto e della loro vita, prima e dopo che Elisabetta diventasse un personaggio pubblico.

Marzia Gregoraci è una donna molto riservata e non è mai stata interessata ad un debutto nel mondo dello spettacolo. Di lei sappiamo che è sposata con il Antonio Scaramuzzino e che è madre di due splendidi bambini: Ginevra e Gabriel. Non è nota, invece, quale sia la sua professione né quale titolo di studio abbia conseguito.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Marzia Gregoraci chi è il marito Antonio Scaramuzzino

Sul marito di Marzia Gregoraci le uniche informazioni sono emerse in seguito ad un’indagine della Procura di Reggio Calabria chiamata ‘Ceralacca’. L’uomo è stato indagato in merito ad un giro di appalti truccati quando svolgeva l’incarico di funzionario dell’azienda ‘Sorical‘. Secondo gli inquirenti gli imprenditori a capo dell’azienda calabrese riuscivano, attraverso l’appoggio di politici compiacenti, ad assicurarsi gli appalti.

Leggi anche ->Elisabetta Gregoraci, rivelazione choc: polipo all’utero, oggi come sta

Leggi anche ->Marzia Gregoraci, chi è la sorella di Elisabetta: incredibile somiglianza

Cercando informazioni sulla vicenda in rete, si apprende che nel 2012 gli avvocati di Scaramuzzino hanno ottenuto gli arresti domiciliari e che nel 2015 è stato rinviato a giudizio. L’inchiesta pare stia continuando ancora adesso. Lo scorso 12 settembre la Direzione distrettuale antimafia ha chiesto di poter sentire il pentito Antonio Russo per rivelazioni riguardanti proprio il processo scaturito dall’inchiesta.