Morta la piccola Amelia, uccisa a 11 anni dalla ruota di un SUV

La piccola Amelia, una bambina di 11 anni, è morta mentre attendeva lo scuolabus sul marciapiede. Il racconto del tragico incidente.

La piccola Amelia Wood, di Cleethorpes, una città nel Lincolnshire in Gran Bretagna, è morta all’età di 11 anni a causa di un tragico incidente. La bambina attendeva lo scuolabus sul marciapiede quando è successo qualcosa di tremendo.

Amelia Wood, una bambina di 11 anni, è morta dopo che una ruota, volata via da una Land Rover modificata, l’ha colpita: la piccola stava camminando sul marciapiede verso la fermata dell’autobus. Il guidatore a bordo dell’automobile, il 25enne Cameron Perkins, si è lasciato andare alla commozione durante il processo, nel ricordare il tragico incidente che ha avuto luogo il 6 marzo 2018. Il giovane è scoppiato in lacrime ricordando come la ruota, che è stata fatale per Amelia, l’abbia colpita proprio mentre era sul ciglio della strada in direzione della fermata dell’autobus.

LEGGI ANCHE -> Bambina si sente male a scuola: scoperto un tumore gravissimo

La tragedia della piccola Amelia Wood

Amelia fu trasportata in aereo al Queen’s Medical Center di Nottingham, ma è venuta a mancare poco dopo. Cameron Perkins piange ancora oggi ricordando come la ruota anteriore si staccò dalla sua B1200 mentre il veicolo viaggiava ad una velocità di 60 miglia all’ora, circa 96 km/h. “Ho provato a correggere la direzione, mentre il veicolo tirava a sinistra, ma la ruota si è staccata ed è salita sul marciapiede. L’asse è caduto a terra. E’ successo tutto così in fretta“, ha raccontato con commozione.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!

Il 25enne Cameron Perkins si è trovato ad affrontare i genitori di Amelia, Hayley Hodson e Terry Wood, per la prima volta faccia a faccia. “La mia bambina ci è stata crudelmente portata via. Quel giorno ha cambiato le nostre vite per sempre. Era una bambina brillante e vivace“, ha raccontato in udienza la madre della piccola. L’inchiesta ha rivelato la mancanza di un cuscinetto esterno della ruota, del quale il giovane proprietario sostiene di non essere a conoscenza. Chiamato in udienza l’ex proprietario della Land Rover, è stato appurato che invece Perkins era a conoscenza delle specifiche complete del veicolo, compreso il problema di oscillazione.