Verso Juventus-Napoli, sfida più aperta del solito: il motivo

Domani c’è la finale di Supercoppa Italiana al Mapei Stadium. Mai come questa volta il risultato è incerto

Andrea Pirlo

E’ la vigilia di Juventus-Napoli, la finale di Supercoppa Italiana. Una classica per il calcio italiano che si rinnova per la consegna di un trofeo a distanza di pochi mesi. La Juventus ha la possibilità di avere la rivincita sul Napoli di Gattuso che lo scorso giugno, ha battuto i bianconeri in finale di Coppa Italia ai calci di rigore. Mai come quest’anno, però, la sfida è davvero incerta. Le due squadre stanno vivendo momenti di alti e bassi, pur stazionano comunque verso i piani alti della classifica del campionato di Serie A. Entrambe hanno mostrato caratteri d’imprevedibilità.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Juve-Napoli, gara imprevedibile

La Juventus ci arriva dopo una dura sconfitta subita al Meazza contro l’Inter degli ex Conte e Vidal. La squadra bianconera non aveva mai fatto un punteggio così basso dall’era di Andrea Agnelli, escludendo la Juve di Delneri. Il ko di Milano è solo l’ultimo di altri risultati deludenti che tengono i bianconeri a 10 lunghezze dalla capolista Milan. In casa bianconera potranno pesare anche le assenze: Pirlo dovrà fare a meno di ben cinque calciatori. Cuadrado, De Ligt, Dybala, Demiral e Alex Sandro. Il tecnico potrà puntare sulla voglia di rivalsa dopo la sconfitta del Meazza e dalle statistiche. Difficilmente, infatti, la Juventus sbaglia due gare importanti consecutive.

Leggi anche > Coppa Italia, Roma-Spezia

Il Napoli viene, invece, arriva da una vittoria molto brillante ai danni della Fiorentina di Prandelli. Un secco 6-0 che sembra gettarsi alle spalle l’ultimo difficile periodo. La squadra ha sofferto di alti e bassi, un po’ come i bianconeri, alternando goleade, come quella di domenica, a gare con tanti gol sprecati. Il Napoli è imprevedibile, molto di più della Juventus. Ha saputo seppellire due concorrenti valide come Roma e Atalanta e nello stesso tempo, soccombere in casa con lo Spezia o il Sassuolo. Per quanto riguarda l’infermeria, anche Gattuso dovrà vedersela con l’assenza di vecchia data di Osimhen. Gattuso in extremis ha recuperato Petagna.

Le probabili formazioni:

Juventus (4-4-2): Szczesny; Danilo, Bonucci, Chiellini, Frabotta; Chiesa, Arthur, Bentancur, McKennie; Morata, Ronaldo. All. Pirlo.

Napoli (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Demme, Bakayoko; Lozano, Zielinski, Insigne; Petagna. All. Gattuso

Leggi anche > Torino, arriva Nicola

Gattuso – (Francesco Pecoraro/Getty Images)