Disney rilancia Lucasfilm Games: nuovi giochi all’orizzonte?

Disney torna ad occuparsi di videogiochi e ha rilanciato la Lucasfilm Games, che potrebbe portare alla nascita di nuovi giochi.

La Disney non si è sempre occupata di videogiochi, ci sono stati anni in cui il colosso americano creava etichette come Disney Interactive e anni di completo disinteresse. Alcuni giorni fa, però, è stato annunciato il ritorno di Lucasfilm Games.

La nuova Lucasfilm Games non sarà come quella fondata negli anni ’80 da George Lucas e non svilupperà nuovi giochi, ma si occuperà di valorizzare le diverse proprietà intellettuali in possesso affidando il progetto al giusto publisher e alla software house più idonea. Ma questo cosa comporta? Innanzitutto, finirà la partnership con Electronic Arts che ha avuto in esclusiva i diritti di “Star Wars“, con i quali però ha combinato ben poco. Questi sono stati acquistati da Ubisoft, proprietà della famiglia Guillemot, che ha annunciato come Massive Entertainment sia a lavoro su un nuovo gioco dedicato all’universo di Luke Skywalker.

LEGGI ANCHE -> Disney+: arriva WandaVision, la serie tv Marvel dalla trama top secret

LEGGI ANCHE -> Walt Disney moriva oggi a soli 65 anni: la verità sulle accuse di nazismo

Lucasfilm Games torna in vita: cosa possono aspettarsi i fans

Il ritorno di Lucasfilm Games porta anche allo sviluppo di altri videogiochi dell’universo Disney, non solo quelli di “Star Wars“, ma anche di “Indiana Jones“. La software house, diventata LucasArts, è stata per decenni la più importante del mondo, e molti dei suoi giochi sono riconosciuti tra i migliori mai realizzati.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!

La Lucasfilm Games è nata nel 1979 da un’idea di George Lucas che ha aggiunto questa struttura al già prolifico Skywalker Ranch. La software house è responsabile di aver realizzato capolavori come “The Secret of Monkey Island” e “Grim Fandango“. Negli stessi anni veniva realizzato da John Lassater il primo cortometraggio in computer grafica che porterà alla nascita di “Toy Story” e dell’impero Pixar.