Grave lutto nel calcio: morto Colin Bell, leggenda del Manchester City

E’ scomparso oggi all’età di 74 anni l’ex leggenda e centrocampista offensivo del Manchester City Colin Bell. Una terribile notizia per il mondo del calcio e non solo. 

Si è spento oggi a 74 anni, in seguito a “una breve malattia”, Colin Bell, ex leggenda e centrocampista offensivo del Manchester City. A renderlo noto è stato proprio il club. Bell aveva giocato con la maglia dei Citizens 492 partite, segnando ben 152 reti, durante i suoi 13 anni di permanenza nella squadra, dopo essersi trasferito da Bury nel 1966: numeri che gli hanno fatto guadagnare la West Stand dell’Etihad Stadium, ora intitolata a lui. Soprannominato Colin The King, chiuse la sua carriera a soli 29 anni per via di un infortunio.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

L’ultimo saluto a Colin Bell

“Colin è deceduto pacificamente questo pomeriggio dopo una breve malattia non correlata a Covid, all’età di 74 anni – si legge nel comunicato del club che ne annuncia il decesso -. Lascia la moglie Marie, i figli Jon e Dawn e i nipoti, Luke, Mark, Isla e Jack”. Il presidente del City, Khaldoon Al Mubarak, ha dichiarato in una nota sul sito web della squadra: “Colin Bell sarà sempre ricordato come uno dei più grandi giocatori del Manchester City e la triste notizia della sua scomparsa oggi farà male a tutti coloro che sono legati al nostro club… era un giocatore tenuto nella massima considerazione da tutti coloro che hanno avuto il privilegio di giocare al suo fianco o vederlo giocare”.

Leggi anche –> Lutto nel calcio: il talento dell’Athletic Bilbao Gandiaga è morto a 23 anni

“Il passare del tempo -ha aggiunto – non cancella i ricordi del suo genio. Il fatto che abbiamo uno stand all’Etihad Stadium intitolato a Colin la dice lunga sull’importanza del suo contributo a questo club. Il presidente del City ricorda inoltre Colin Bell come “incredibilmente umile e un uomo modesto e sottovalutato con un’evidente forza interiore di carattere”. Resta “il pensiero di cosa sarebbe potuto accadere se un infortunio non avesse influito sulla sua carriera. Indubbiamente più trofei per il City… Il nostro club ha perso un vero grande. I pensieri e i migliori auguri di tutti sono per la famiglia di Colin”.

Leggi anche –> Grave lutto nel calcio: morto a 37 anni Maksim Tsygalko

Gestione cookie