Lutto nel calcio: il talento dell’Athletic Bilbao Gandiaga è morto a 23 anni

Il talentuoso attaccante basco Aitor Gandiaga è morto a soli 23 anni, in seguito ad un tragico incidente automobilistico.

La tragica notizia della morte di Aitor Gandiaga si è diffusa nella giornata di ieri attraverso alcuni rumor circolati in rete. Fino all’ultimo i fan del giovane talento basco – 23 anni – e dell’Athletic Club di Bilbao hanno sperato che si trattasse di una notizia non confermata o errata, ma qualche ora più tardi è giunta la conferma ufficiale da parte del club della Liga.

La società dei Paesi Baschi ha infatti condiviso sui social una nota di cordoglio per ricordare la memoria del loro tesserato in cui si legge: “Enorme dolore per un giovane che ha lasciato il segno su Lezama. Un grande abbraccio a famiglia, amici e compagni di squadra di Gernika”. Una scomparsa che ha lasciato il segno anche su tantissimi calciatori dell’Athletic che con Aitor hanno passato diversi anni nella cantera e che lo attendevano in prima squadra dopo i prestiti di questi anni.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Aitor Gandiaga muore a 23 anni in un terrificante incidente stradale

Il primo dei compagni di squadra che lo ha voluto omaggiare è stato l’idolo della tifoseria basca Ibai Gomez, il quale ha scritto sui social: “Riposa in pace Aitor Gandiaga. Non posso crederci. Le mie condoglianze a famiglia, amici, Athletic e Gernika”. Cresciuto nel settore giovanile dello storico club basco, Aitor era un attaccante tecnico e veloce, capace di ricoprire diverse posizioni nel settore avanzato.

Leggi anche ->Grave lutto nel calcio: morto a 37 anni Maksim Tsygalko

Nonostante le buone potenzialità ed un bagaglio tecnico di tutto rispetto, l’Athletic l’aveva girato in prestito al Gernika (squadra che milita nella Tercera Division) per fargli fare le ossa. Secondo quanto emerso dai media locali, ieri Aitor avrebbe perso il controllo dell’auto per cause ancora sconosciute e si sarebbe schiantato contro un autobus. L’intervento dei soccorritori si è rivelato vano, a causa delle gravi ferite riportate dopo l’urto.

Leggi anche ->Lutto nel calcio, morto Mario Maraschi: stella della Sampdoria