Taranto: Sonia Nacci morta in ospedale, vittima di percosse

Un decesso sospetto a Taranto: Sonia Nacci morta in ospedale, vittima di percosse in casa a Ceglie Messapica, mistero sull’accaduto.

(screenshot video)

Un grave atto di violenza nei confronti delle donne, la vittima si chiama Sonia Nacci, 43enne di Ceglie Messapica, in provincia di Brindisi. Molti dettagli di quanto accaduto sono ancora da chiarire, ma la giovane donna è morta all’ospedale di Taranto. Qui, nelle scorse ore, era stata trasferita in seguito a un delicato intervento alla milza.

Leggi anche –> Donna investita, era in bici: travolta da mezzo dei Vigili del Fuoco

Non è chiaro come la donna sia finita all’ospedale in quelle condizioni, anche perché l’unico ad aver dato finora indicazioni è il figlio della vittima, un ragazzo di appena 15 anni. Nella notte tra il 21 e 22 novembre, l’adolescente ha chiamato gli operatori del Suem 118, spiegando che sua madre era a casa e non stava bene.

Leggi anche –> Perugia, esplosione sventra una casa: trovato un corpo tra le macerie

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Il dramma di Sonia Nacci: com’è morta la giovane donna

Su quanto accaduto, stanno indagando i militari dell’Arma dei carabinieri: stando ai primi accertamenti le lesioni sarebbero sembrate riconducibili a percosse subito da Sonia Nacci, ma ignoti sono gli autori al momento. Sin da subito la giovane, che è stata portata all’ospedale di Francavilla Fontana, sembrava versare in gravissime condizioni. Per questo è stata poi trasferita a Taranto.

Restano diversi i punti da chiarire di questa vicenda: i militari dell’Arma dei carabinieri di San Vito dei Normanni indagano per scoprire chi posso aver aggredito la povera donna. In realtà, al momento non sono ancora nemmeno in grado di stabilire se di aggressione si sia trattato davvero. Una delle certezze è che la donna sarebbe arrivata con la milza spappolata. L’accusa è al momento quella di omicidio preterintenzionale.