Non ci resta che il crimine, chi è il regista Massimiliano Bruno: la sua storia

Questa sera in onda su Rai 1 la commedia “Non ci resta che il crimine” con Gassman e Giallini. Chi è il regista, Massimiliano Bruno?

Cast stellare per il film in onda questa sera in prima serata su Rai 1. La commedia “Non ci resta che il crimine“, infatti, vede tra gli interpreti Alessandro GassmanMarco Giallini, Edoardo Leo Gianmarco Tognazzi. La pellicola vede i quattro amici improvvisamente catapultati negli anni ’80, grazie ad un varco temporale che li costringerà poi ad intraprendere la via del crimine. Ma cosa sappiamo sul regista Massimiliano Bruno?

Massimiliano Bruno, chi è e che cosa ha fatto

Massimiliano Bruno è nato a Roma, in particolare nel quartiere di Pietralata, 4 giugno 1970 ed è uno sceneggiatore, commediografo e regista italiano.  E’ nato da padre avvocato e madre insegnante di scuola media e dopo il diploma di maturità ha iniziato a frequentare un laboratorio teatrale.

Leggi anche–> Non ci resta che il crimine, trama e cast del film su Rai Uno

Il suo esordio alla regia, avvenuto nel 2011, è già grandissimo successo: un cast di tutto rispetto e 5 candidature al David di Donatello per “Nessuno mi può giudicare“, con Paola Cortellesi, Raoul Bova, Rocco Papaleo. Il film, inoltre ha vinto un Nastro d’Argento per la miglior commedia.

Leggi anche–> Alessandro Gassmann, chi è: età, vita privata e carriera dell’attore

Non solo cinema, anche tanto teatro per Massimiliano Bruno che vince numerosi premi e riconoscimenti anche in quel campo. Infatti, nel 2006 è vincitore del Premio della critica per il testo dello spettacolo “Gli ultimi saranno ultimi“, che affronta spinose tematiche sociali soprattutto per quanto riguarda il mondo del lavoro. Anche per la televisione, Bruno ha scritto testi per alcuni titoli importanti come “I Cesaroni“, “Quelli che il calcio“, “Non ho l’età“.

Per quanto riguarda la sua vita privata, Massimiliano ha una compagna di vita, Sara Baccarini, che nella vita fa l’attrice.