Germania, deputato no mask in ospedale col Coronavirus

Deputato vicino ai cosiddetti no mask ricoverato in ospedale col Coronavirus in Germania: cosa è accaduto.

(ODD ANDERSEN/AFP via Getty Images)

Il deputato Thomas Seitz, militante del partito tedesco di estrema destra AfD, è ricoverato a causa del Covid: classe 1967, da tre anni circa siete nella Bundestag. La diffusione del virus non accenna a diminuire e per questa ragione il contagio del parlamentare non è per nulla anomalo. Solo che Thomas Seitz è un negazionista.

Leggi anche –> Zona rossa Natale, cosa sarà vietato e cosa no con le nuove restrizioni

Questo dettaglio non di poco conto ha reso quindi quello del ricovero del parlamentare di estrema destra in Germania un vero e proprio caso politico. Peraltro, appena qualche giorno fa, il deputato tedesco pretendeva di usare una mascherina bucherellata all’interno del Bundestag e si era creata una bagarre in aula.

Leggi anche –> Vaccino Moderna blocca anche il contagio dalla prima dose

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Il deputato no mask tedesco è ricoverato per Coronavirus: auguri di pronta guarigione

Anche alla Bundestag, come in sostanza in qualsiasi luogo pubblico del mondo, vige l’obbligo di indossare la mascherina, ma il deputato pretendeva di metterne addosso una non omologata e anzi bucherellata. Oggi sono in molti ad augurarli una pronta guarigione. In particolare, su Twitter, Matthias Hauer, deputato tedesco della Cdu, il partito della cancelliera Angela Merkel, scrive: “Guarisci presto, Thomas Seitz. Spero che dopo la tua completa guarigione la smetterai di fare propaganda contro le misure per contenere la pandemia”.

Stando alla ricostruzione fatta dai quotidiani tedeschi e alle immagini giunte nelle scorse ore dalla Bundestag, il parlamentare di estrema destra era stato rimproverato in aula per il suo comportamento da Claudia Roth. esponente dei Verdi e vicepresidente del Bundestag, in quel momento presidente di turno. Gli era stata consegnata una mascherina Ffp2. Il deputato l’aveva rifiutata “perché contaminata”. Quindi se ne era fatta consegnare un’altra.