Funerali Paolo Rossi, il dolore di tutta Italia: quando ci sono le esequie

La morte di Paolo Rossi ha colpito l’intera nazione, sconvolta per la scomparsa di un idolo senza bandiera: quando saranno i funerali.

Il 2020 sarà un anno difficile da dimenticare, sia perché la pandemia da Covid-19 ne ha stravolto irrimediabilmente il corso, sia perché è impossibile dimenticare il numero impressionante di vittime di questo anno. Tra i deceduti, in questo giro della terra intorno al sole, ci sono state tantissime celebrità, alcune delle quali amatissime dal pubblico di tutto il mondo. Nel 2020 sono morti sportivi, ancora oggi sono vive le immagini del tragico incidente in cui ha perso la vita Kobe Bryant, musicisti dal grande talento (Morricone per citare il più noto) e attori del calibro di Sean Connery e Kirk Douglas.

In questa drammatica fine dell’anno abbiamo detto addio anche al maestro Proietti, a Diego Armando Maradona e nelle ultime ore a Paolo Rossi. L’ex calciatore per un periodo è stato famoso come uno dei Beatles, diventando un personaggio pubblico a tutto tondo. Proprio per questo la sua morte non è sentita esclusivamente in ambiente calcistico e dagli appassionati di sport, ma anche da tutto il resto della popolazione italiana.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Funerali Paolo Rossi: quando ci saranno le esequie

Il corpo di Paolo Rossi si trova al momento all’obitorio dell’ospedale Le Scotte di Siena, dov’era stato ricoverato in seguito all’aggravamento della malattia che gli era stata diagnosticata l’anno scorso in primavera. Proprio all’interno della struttura verrà organizzata la camera ardente, alla quale potranno accedere solamente amici e parenti, nel pieno rispetto delle norme anti covid.

Leggi anche ->Paolo Rossi, ‘Storie Italiane’ apre con Eleonora Daniele in lacrime

La salma verrà successivamente trasferita a Vicenza, probabilmente in serata, dove sabato verranno celebrati i funerali al Duomo. La famiglia ha infatti scelto di celebrare le esequie nella città che gli ha cambiato la carriera e la vita, permettendogli di diventare il calciatore  in grado di trascinare l’Italia al Mondiale dell’82. Al momento non è stato comunicato un orario né le modalità di celebrazione, il sindaco vicentino Rucco, infatti, ha spiegato: “Stiamo cercando di capire come organizzare un evento di tale portata in questo momento”.

Leggi anche ->Le ultime parole di Paolo Rossi, il messaggio dedicato ai malati