Paura dei contagi, migliaia di cinesi tornano in patria per vaccinarsi

Sono migliaia i cittadini cinesi che stanno tornando in Patria per fare il vaccino per poi rientrare in Italia: ecco perché. 

Anche in Cina è partita una campagna di vaccinazione di massa contro il Coronavirus. Molti cinesi che risiedono stabilmente in Italia sono dunque partiti per tornare in patria, sottoporsi al vaccino e rientrare. Tra questi c’è Gioia Wuang, commerciante di Roma di nazionalità cinese appena rientrata in Italia. “A novembre mi sono vaccinata contro il Covid19 in un ospedale in Cina”, dice all’Adnkronos. “Tanti cinesi sono partiti dall’Italia per andare a fare il vaccino in Cina, molti sono partiti anche da altri paesi come Spagna e Germania. Ora molti miei connazionali che vivono in Italia, e che sono andati in Cina per il vaccino, hanno paura di tornare qui per l’alto numero di contagi”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!

Una nuova ondata di cinesi in Italia

“È stata una mia idea, non mi ha contattata nessuno – continua Gioia Wuang – ho pensato che dopo aver fatto questo vaccino sarei stata più tranquilla. Ho fatto due punture e ho pagato 60 euro. Un mio amico, dopo aver fatto il vaccino, è andato in ospedale e ha fatto il test per vedere se aveva gli anticorpi contro il Covid19 e ce li aveva. Il valore era 2,1”.

Leggi anche –> Coronavirus, allarme dell’Iss: ecco il dato che preoccupa

Leggi anche –> Calcolatore sopravvivenza Coronavirus: cos’è e come funziona

Quanto all’attuale situazione in Cina, Wuang spiega che “normalmente nella mia città non si usa più la mascherina ma se si entra in un negozio bisogna indossarla e viene misurata subito la temperatura. Se trovano anche solo un contagiato, immediatamente fanno i tamponi gratuiti a tutta la città”. Qualcuno forse dovrebbe prendere esempio…

Leggi anche –> Alba Grifoni, chi è la scienziata che potrebbe sconfiggere il Covid

EDS