Carlo Gilardi, chi è il professore 90enne rinchiuso contro la sua volontà

Carlo Gilardi è un ex professore di 90 anni, che da 35 giorni è rinchiuso contro la sua volontà in una rsa. Emergono novità sul suo caso.

Stanno emergendo degli importanti elementi sulla storia dell’ex professore Carlo Gilardi, un 90enne di Lecco che è stato rinchiuso contro la sua volontà in una rsa. Il programma di denuncia sociale “Le Iene” hanno raccontato il suo caso e la sua storia drammatica.

LEGGI ANCHE -> Adriana Volpe, incontro sfiorato con Magalli a “Le Iene” | FOTO

LEGGI ANCHE -> Strage di Erba, le Iene: “La testimonianza che scagiona Rosa e Olindo”

La Iena Nina Palmieri sta seguendo il caso del professore Carlo Gilardi da più di due settimane e, nonostante l’aiuto della redazione e delle persone che si sono commosse sentendo la triste storia del 90enne, ancora dopo 35 giorni non sono riusciti a liberare l’uomo. Una fonte anonima, interna alla struttura dov’è ricoverato, ha raccontato che l’uomo è arrivato all’ospizio in seguito ad un TSO, un trattamento sanitario obbligatorio. Ad oggi, però, sulla cartella clinica dell’uomo viene rivelato che “è scomparsa la parola TSO“. La fonte interna ha dichiarato che: “Sui documenti clinici le cose sono cambiate. Non risulta più il TSO richiesto dall’amministrazione, c’è scritto solo ricovero sociale breve in reparto psichiatrico“.

LEGGI ANCHE -> Le Iene, l’immunologa Antonella Viola furiosa per il servizio sul plasma iperimmune

La triste storia di Carlo Gilardi, ricoverato contro il suo volere

Le novità emerse sul caso offrono un’altra chiave di lettura della vicenda raccontata da Nina Palmieri de “Le Iene“, che è arrivata al suo quarto servizio su Carlo Gilardi. La giornalista sta coprendo da due settimane il suo caso, dal ricovero nella rsa del leccese contro la sua volontà. “Ora vogliono far passare che sono andati a prenderlo con carabinieri e ambulanza e l’hanno messo nel reparto di psichiatria dell’ospedale per motivi sociali, ma non prendiamoci in giro!”, racconta la fonte anonima, che sostiene di avere sia prove fotografiche che dei documenti di Gilardo.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!

So che Carlo appena tre giorni fa ha chiesto per l’ennesima volta di andare a casa. Ha perfino minacciato di denunciare tutti, anche il tribunale, se non lo liberano subito“, ha raccontato la fonte ai microfoni de “Le Iene“. “Il suo ricovero è definitivo, cioè fino a fine vita. E’ tutto nero su bianco“: questa importante dichiarazione smentisce quanto sostenuto dall’amministrazione, che ha sempre dichiarato di star lavorando al rilascio del professore. Gilardo sembra che stia reagendo fisicamente bene alla permanenza coatta, ma non si hanno dati su come la sua salute mentale ne stia soffrendo.