Morto Massimo Proietti: il famoso avvocato fu il volto di importanti processi

Il Covid ha fatto un’altra vittima illustre. Si tratta dell’avvocato Massimo Proietti: fu il volto di processi molto importanti. 

Proietti è mancato all’ospedale di Terni a soli 57 anni. L’uomo era ricoverato da giorni all’ospedale Santa Maria dopo che era stato contagiato dal Covid-19.

Leggi anche -> Maradona, morto il giornalista che realizzò la prima intervista

L’allarme per le sue condizioni di salute è scattato già novembre, subito dopo la laurea del figlio. Le sue condizioni si sono aggravate rapidamente tanto che è stato necessario un ricovero immediato.

Leggi anche -> Grave lutto nello spettacolo: morto Enrico Bertorelli, papà di “Arriva Cristina”

Covid, addio a Massimo Proietti: un avvocato famoso in tutta Italia

Nei primi giorni di novembre, Proietti è stato immediatamente ricoverato nel Reparto di Rianimazione. Nonostante ci fossero stati dei miglioramenti, il Covid ha avuto la meglio e nella giornata di oggi l’uomo di è spento. L’avvocato era un personaggio illustre non solo a Terni, ma anche in tutta Italia. Infatti, era stato il volto di diversi processi illustri come quello Spada che riguardava la giunta dell’ex sindaco di Girolamo.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Proietti è anche noto per essere stato il legale della famiglia di David Raggi. Il giovane era stato ucciso in pizza dell’Olmo. E’ stato proprio l’avvocato ad aver combattuto e vinto la battaglia per il risarcimento da parte dello Stato dei familiari delle vittime dei reati violenti commessi da nullatenenti. La battaglia è stata molto lunga ed è cominciata nel 2017.

Leggi anche -> Covid, morto l’ex giocatore di football americano Ciro Franzoso: aveva 48 anni

Proietti citò in giudizio i ministeri della Giustizia, dell’Interno e la presidenza del Consiglio dei Ministri per ottenere il risarcimento per la famiglia di Raggi. “Quello che chiediamo non è un risarcimento ma un equo indennizzo“, aveva detto l’avvocato. David Raggi era anche consulente della Ternata ed è proprio per questo motivo che, nella giornata di oggi, tutti i componenti della Ternata Calcio si stringono intorno alla famiglia dell’avvocato.