Vaccino Covid-19: Pfizer chiede all’Europa un’autorizzazione d’emergenza

I vaccini per il Covid-19 sono reclamati a gran voce dalla popolazione mondiale. Ad oggi pare che la situazione si sia smossa.

Con ben 63milioni di casi in tutto il mondo, gli scienziati sono sempre più sotto pressione per mettere a punto un vaccino. Pfizer, Moderna e AstraZeneca si stanno sottoponendo alla fase 3 dei test clinici.

Leggi anche -> Vaccino Covid, l’Aifa: “Crisanti? Infondate le affermazioni sulla sicurezza”

E’ sempre la Pfizer a dare i segnali più positivi dato che sembra molto prossima al lancio dei vaccini. Nonostante in questa seconda ondata gli ospedali fossero più preparati, un vaccino si rende più che mai necessario. Vediamo a che punto è la situazione.

Leggi anche -> Vaccino Covid | l’Italia sceglie quello Pfizer Biontech | ‘lo avremo a gennaio’

Vaccino Covid-19: la Pfizer sembra prossima al fornitura su larga scala

La Pfizer e la BioNTech hanno detto di essere alle fasi finali della sperimentazione e già al 18 novembre i test avevano mostrato un’efficacia del 95%. Tutte e due queste case farmaceutiche hanno fatto domanda per ricevere l’autorizzazione Europea. Hanno fatto gli stessi passi sia negli Stati Uniti che in Gran Bretagna. La candidatura per l’Agenzia Europea per i medicinali è arrivata dopo  quella fatta negli Usa, cosa che li ha resi a un passo dal lancio ufficiale. In Europa le due compagnie sono testa a testa con la rivale Moderna.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

In Gran Bretagna sono già pronti a ricevere 40milioni di dosi del vaccino della BioNTech e della Pfizer. In base alle indiscrezioni del Daily Telegraph, tutto sarebbe pronto per la distribuzione dei medicinali già da mercoledì.

Leggi anche -> Vaccino Covid | Crisanti a sorpresa | ‘Perché non lo farei’ | VIDEO

Tutto sembra presagire l’inizio della distribuzione su larga scala, ma si attendono ancora delle dichiarazioni più certe. Se così fosse, sarebbe un primo passo verso una copertura di massa per proteggerci da un virus che sta martoriando la popolazione da ormai troppo tempo.