Veronica muore a causa del Covid: aveva solamente 33 anni

Avocatessa e mamma di 33 anni, Veronica muore dopo essere risultata positiva al Covid-19. A nulla è servito il ricovero ospedaliero.

Analizzando le fredde stime di questa dannata pandemia che ha messo in ginocchio il mondo in questo 2020, si nota come la maggior parte delle vittime sono persone in età avanzata e con patologie pregresse. Questo ha generato una forte confusione in chi si trova bombardato di notizie riguardanti la pandemia: a morire è solo chi ha problematiche preesistenti ed ha un’età avanzata. Purtroppo, però, la questione non è così semplice. In questi mesi sono morti anche parecchi giovani, alcuni dei quali non avevano alcuna malattia pregressa.

Leggi anche ->Professore 33enne in terapia intensiva: “Non ho patologie, ditelo ai negazionisti”

Questo dimostra che la malattia causata dal Sars-Cov-2 è potenzialmente letale per chiunque la contragga. Il che dimostra la validità delle misure prese in questi mesi per evitare che il contagio sfuggisse dal controllo. Più persone vengono infettate, infatti, maggiore è il rischio che tra queste ci sia chi sviluppa sintomi gravi. Con i reparti ospedalieri pieni e sotto pressione, ne fanno le spese i pazienti che non possono essere curati, sia che abbiano il Covid, sia che siano affetti da altre malattie.

Leggi anche ->Emergenza sanitaria, chi muore di Covid? Il virus uccide dai 19 ai 90 anni

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Veronica muore dopo aver contratto il Covid, aveva solo 33 anni

A ricordarci quanto sia infida e imprevedibile questa malattia, in queste ore emerge la storia di Veronica Stile, donna, avvocatessa e mamma di soli 33 anni. La donna, residente a Nocera Inferiore, ha sviluppato i sintomi del contagio questo mese e dopo pochi giorni si è reso necessario il ricovero in ospedale. Incinta di 4 mesi, la donna non reagiva agli antibiotici, la febbre e la tosse non accennavano a diminuire ed i polmoni cominciavano a faticare. Così i medici hanno deciso di farla ricoverare nel reparto Covid di ginecologia dell’Ospedale di Napoli. Le sue condizioni di salute sono precipitate all’alba di ieri ed in poche ore il cuore di Veronica ha smesso di battere. C’è grande dolore e rabbia per la morte di questa ragazza così giovane, questa donna che aveva già costruito le basi per una carriera ed una famiglia felice.

La notizia è stata commentata con parole di cordoglio da parte del Sindaco di Nocera Inferiore, Manlio Torquato: “Speravo, stamane, di poter salutare questa incredibile settimana con le immagini del San Francesco illuminato. Ma la luce di ieri è stata spenta nel cuore dei nocerini. Una ragazza, una collega, una giovane madre è scomparsa oggi. Non saprei dire ora quanto il Covid c’entri in questa tragedia, ma qualunque causa non spiega e non rende accettabile che una ragazza, bellissima, sbocciata alla vita e portatrice con sé di altra vita, possa spegnersi cosi. Non saprei avere altre parole, adesso, per suo marito per suo padre e sua madre per i suoi amici più cari. Non saprei. Comprendete il silenzio”.