Stasera in Tv, il film di Assassin’s Creed: è come il videogioco?

Stasera in Tv andrà in onda il film di Assassin’s Creed che si ispira al famoso videogioco. Vediamo le somiglianze. 

La pellicola trae grande ispirazione dal franchise Ubisoft per questo motivo ci sono molti punti in comune con il videogioco, ma anche delle differenze non di poco conto. Andrà in onda questa sera su Rai2 alle 21.20.

Leggi anche -> Assassin’s Creed Valhalla, un gioco per veri vichinghi: tutto quello che dovete sapere

Il film è uscito nelle sale nel 2016 ed è stato diretto da Justin Kurzel e vede la Ubisoft essere uno dei produttori della pellicola. E’ proprio per questo che il film si presenta come una storia originale che va perfettamente a inserirsi nello stesso universo dei videogiochi. Fin qui non sembrano esserci grandi differenze, ma vediamole più nel dettaglio.

Leggi anche -> Parigi: apre il primo museo di “arte per gioco” dedicato a fumetti, videogiochi, cinema d’animazione

Stasera in Tv: quali sorprese ci regalerà il film di Assassin’s Creed?

Nel film il protagonista è Callum Lynch, interpretato da Michale Fassbender che è anche produttore. L’uomo viene costretto a rivivere i ricordi di un suo antenato che è vissuto ai tempi dell’Inquisizione spagnola. Nei panni di Aguilar De Nerha dovrà trovare un misterioso manufatto noto a tutti come Mela dell’Eden. Questo oggetto antico è il perno su cui si basa uno scontro millenario tra due società segrete: gli Assassini e i Templari. Come si vede, il film sembra iniziare come tutti i capitoli della saga Ubisoft e anche questa volta il protagonista ha vissuto un’infanzia travagliata. Le sue disavventure lo porteranno ad essere prigioniero dell’Abstergo Industries e a doversi sottoporre ad esperimenti con una macchina chiamata Animus.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Questa pellicola trae decisamente ispirazione dai primi capitoli della saga nei quali i videogiocatori dovevano impersonare i panni di Desmond Miles, catturato misteriosamente dall’Abstergo e costretto agli stessi esperimenti di Callum. Altre somiglianze sono le associazioni tra i personaggi: il losco magnate ricorda Warren Vidic e Sophia può essere associata a Lucy. Nonostante queste forti analogie a livello di ambientazione e personaggi, ciò che fa storcere il naso agli amanti del videogioco è l’Animus.

Leggi anche -> Montreal, decine di dipendenti in ostaggio negli uffici della Ubisoft

Se durante le ore di gaming, il personaggio si stendeva per farlo funzionare e  vivere passivamente i ricordi, ora è diventato un braccio meccanico che si collega al sistema nervoso del paziente. In questo modo si vive una sorta di realtà virtuale del ricordo. Un’altra lieve differenza è lo scontro tra Assassini e Templari poiché si insinua che l’uso della violenza sia una parte genetica dei membri del Credo. Nonostante queste differenze, la produzione ha creduto molto in questo progetto. L’ha distribuito prima in Francia e negli Usa nel 2016, mentre in Italia è arrivato solo nel 2017. Sfortunatamente le critiche hanno stroncato il film, molti l’hanno definito noioso e poco coerente. Per il momento non si parla di possibili sequel.