Coronavirus 23 novembre: dopo settimane, calano i positivi

Contagio da Coronavirus oggi 23 novembre in Italia: dopo settimane, calano i positivi, ecco il motivo della discesa.

(MIGUEL MEDINA/AFP via Getty Images)

Sono state settimane lunghe per quanto riguarda il contagio da Coronavirus in Italia, ma oggi – anche per via del deciso calo dei tamponi effettuati nelle ultime 24 ore – dopo molto tempo cala il numero degli attualmente positivi. Si tratta di un piccolo, timido segnale, ma che lascia un po’ sperare dopo giornate difficili e lunghissime.

Leggi anche –> Coronavirus, Massimo Galli: “Preoccuparsi per Pasqua e la terza ondata”

Dopo aver toccato il numero di 37.289 contagi il 20 novembre, i nuovi casi sono scesi in questi giorni fino al numero odierno che è di “soli” 22.930 nuovi casi su 148.945 tamponi. Se a questo dato sottraiamo quello dei decessi, purtroppo ancora alti e pari a 630 vittime, e quello dei guariti o dimessi, che sono 31.395, abbiamo un calo degli attualmente positivi.

Leggi anche –> Vaccino Coronavirus, Speranza: “Campagna senza precedenti”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Dati Coronavirus oggi in Italia: i numeri del 23 novembre

(FILIPPO MONTEFORTE/AFP via Getty Images)

In sostanza, nelle ultime 24 ore, abbiamo circa 9mila malati di Coronavirus in meno nel nostro Paese. Si tratta di un dato che ovviamente riguarda una sola giornata e che arriva comunque in un momento in cui in generale il numero dei casi nel nostro Paese resta molto alto. Altro dato positivo di queste ore è quello sui ricoveri in terapia intensiva: sono appena 9 i pazienti in più ricoverati in condizioni più serie.

Sale il numero di nuovi casi in Lombardia, a fronte di una crescita dei tamponi effettuati: 5.289 nuovi contagi ci sono infatti nelle ultime 24 ore, ma calano sia i decessi che i ricoveri in terapia intensiva. 800 nuovi contagi in meno rispetto a ieri in Piemonte, dove il dato sui tamponi è stabile, mentre altrove diminuiscono quasi ovunque i nuovi casi di contagio, ma diminuisce anche di molto il numero dei tamponi effettuati.