Ciro Grillo: anche una seconda ragazza potrebbe aver subito violenza

Il presunto stupro del quale sarebbero stati autori Ciro Grillo e gli amici: anche una seconda ragazza potrebbe aver subito violenza.

Ciro Grillo chi è

Ci sarebbero nuove accuse nei confronti di Ciro, il figlio del comico Beppe Grillo: la scorsa estate, anche l’amica della 19enne che denunciò il giovane e i suoi amici ai carabinieri di Milano avrebbe subito abusi. Il nuovo dettaglio emerge da una foto recuperata durante le lunghe perizie sui cellulari delle persone coinvolte.

Leggi anche: Ciro Grillo: la madre quella notte era in casa, verrà ascoltata dai pm

Come noto, gli altri indagati sono Edoardo Capitta, Francesco Corsiglia e Vittorio Lauria, tutti di Genova e facenti parte della stessa comitiva. Nella nuova foto, ci sarebbe un’amica della prima presunta vittima che dorme in stato di incoscienza, a causa degli alcolici bevuti dopo che la serata avrebbe avuto inizio al Billionaire di Porto Cervo.

Leggi anche: Ciro Grillo, gli inquirenti a caccia delle chat compromettenti eliminate

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Presunto stupro: sarebbero due le ragazze violentate da Ciro Grillo e gli amici

Beppe Grillo, accusato di stupro di gruppo il figlio

La giovanissima che non ha mai denunciato la violenza sarebbe stata immortalata accanto a uno dei quattro giovani accusati già di violenza, mentre questi è in una posa a sfondo sessuale. Diversi quotidiani oggi riportano la notizia riguardante i nuovi sviluppi nelle indagini che coinvolgono Grillo jr e i suoi amici. A quanto pare, il procuratore Gregorio Capasso e la pm Laura Bassani stanno indagando e sospettano che gli abusi quella notte del 16 luglio 2019 siano avvenuti su entrambe le ragazze, non solo su colei che ha poi presentato denuncia dieci giorni dopo aver subito la presunta violenza

Non solo: la testimonianza della seconda giovane che aveva detto di non avere udito nulla, quella notte, perché profondamente addormentata, corrisponde al vero. Va però detto appunto che potrebbe anche essere stata abusata, approfittando di quello che era il suo stato in quel momento. Gli avvocati difensori dei quattro giovani nel corso di questi mesi hanno sempre sostenuto la tesi che la giovane violentata fosse consenziente. Se si appurasse che l’amica avrebbe subito violenza, questo aggraverebbe la posizione dei quattro indagati. Anche Parvin Tadjik, la moglie di Beppe Grillo, che la notte del 16 luglio dormiva nell’appartamento adiacente a quello del presunto stupro, è stata interrogata  su quanto avvenuto, ma ha spiegato di non aver udito nulla.

Ciro Grillo stupro