Miozzo avvisa: “Assembramenti per shopping di Natale, arrivano sanzioni pesanti”

Miozzo avvisa: “Assembramenti per shopping di Natale, arrivano sanzioni pesanti”. Il coordinatore del Comitato tecnico scientifico avverte che il rigore sarà necessario nei prossimi giorni. Questo per evitare una terza ondata dell’epidemia a gennaio.
Assembramenti

L’andamento del contagio sul nostro territorio nazionale nelle prossime due settimane sarà fondamentale per stabilire le regole sulla circolazione e chiusure del periodo natalizio. Prioritaria sarà la riapertura della scuole.

Leggi anche –> Covid, studio dimostra che il virus è molto infettivo nei primi 5 giorni di contagio

Potrebbe interessarti anche –> Coronavirus, il Cts attacca Andrea Crisanti: “Dichiarazioni gravi”

Leggi anche –> Emergenza Covid a Bronte: nella casa di riposo è rimasto un solo infermiere

Il coordinatore del Cts avvisa: “Assembramenti per shopping di Natale, arrivano sanzioni pesanti”

Le prossime settimane saranno decisive per comprendere l’andamento della curva dei contagi sul nostro territorio nazionale. E questa sarà determinante per stabilire le conseguenti misure che tutti i cittadini dovranno mettere in atto nel prossimo periodo natalizio. Il coordinatore del Cts, Agostino Miozzo, in una intervista sulle pagine di Repubblica, ha ribadito il rigore che nei prossimi giorni verrà messo in atto per quanto riguarda i controlli sul territorio e la comminazione di dure sanzioni per chi non rispetta le regole. E questo per evitare, successivamente alla riapertura dei negozi nel periodo natalizio, una nuova ondata dell’epidemia a gennaio.

Se vuoi conoscere tutte le notizie in tempo reale CLICCA QUI

Resta da chiarire se verrà consentito lo spostamento interregionale, causa, secondo Miozzo, di “un’importante diffusione del virus”. Fondamentali saranno, anche per quanto riguarda questo punto, i dati delle prossime ore, e i controlli sul territorio.
La riapertura delle scuole resta la priorità. Le lezioni in presenza sono considerate infatti dal coordinatore del Cts “un elemento fondamentale della crescita e del processo formativo dei ragazzi”. Inoltre Miozzo ha ribadito l’importanza delle misure messe in atto dagli istituti scolastici. A partire dal distanziamento, all’uso delle mascherine, alle procedure di igienizzazione dei locali, queste misure hanno reso le scuole luoghi sicuri, considerata l’impossibilità di attribuire un rischio zero a qualsiasi luogo in questo periodo.
Assembramenti