Monopoly Bergamo, code e assembramenti per comprare il gioco – FOTO

Il Monopoly Bergamo fa dimenticare la pandemia in città. In tanti assaltano i supermercati Iper pur di averlo: “Non abbiamo imparato niente”.

Monopoly Bergamo assembramenti
Delirio per il Monopoly Bergamo con code ed assembramenti Foto dal web

La nuovissima edizione Monopoly Bergamo fa impazzire la città orobica e provincia. Al punto da fare dimenticare in tanti l’obbligo e la necessità di rispettare le norme anti contagio. Ma pur di avere una copia della ennesima iterazione personalizzata del gioco da tavola più famoso di sempre, parecchi bergamaschi non hanno esitato a creare code ed assembramenti in diversi punti vendita Iper.

Leggi anche –> Tutti pazzi per le scarpe Lidl: follie nei supermercati, rivendute anche a 3mila euro

Erano circa 7mila i pezzi messi a disposizione ed in molti casi sono andati esauriti. Fa discutere che sia bastato così poco per creare un più che comprensibile allarme, in quella che per lungo tempo è risultata in assoluto la zona più colpita dalla pandemia in Italia. La giornalista Selvaggia Lucarelli ha documentato tutto quanto sui propri canali social, descrivendo la situazione con la sua solita e calzante ironia sarcastica. Che bene ha dipinto la situazione. Il Monopoly Bergamo ha una doppia, nobile finalità.

Se vuoi conoscere tutte le notizie in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Donna morta, al Cardarelli ancora un caso controverso: “Ho paura”

Monopoly Bergamo, file ed assembramenti in città pur di averlo

Una consiste nel rilanciare l’immagine della città orobica, l’altra invece garantirà una cifra importante da devolvere in beneficienza al Fondo di Mutuo Soccorso sorso negli scorsi mesi. Si prevede una donazione di 10mila euro all’incirca. Nei prossimi giorni torneranno disponibili altri pezzi ma si spera di non assistere ancora a scene del genere. Molti sono i cittadini ed i residenti di Bergamo che per primi hanno espresso una ferma condanna per gli assembramenti che si sono venuti a creare in questa pazza corsa all’acquisto.

Leggi anche –> Emergenza Covid a Bronte: nella casa di riposo è rimasto un solo infermiere