Manuel Piredda, chi è l’ex di Valentina Pitzalis morto nel tentato omicidio

Ripercorriamo la storia di Manuel Piredda, il ragazzo sardo morto nell’incendio in cui è rimasta sfregiata a vita Valentina Pitzalis.

La storia di Manuel Piredda s’intreccia per forza di cose con quella di Valentina Pitzalis. Lo scorso due ottobre il Procura di Cagliari ha archiviato l’indagine per omicidio volontario ai danni della donna. Si tratta della terza archiviazione, la prima dopo una lunga indagine. I genitori di Manuel non sono intenzionati a rassegnarsi ed hanno dichiarato di avere intenzione di proseguire la loro battaglia legale.

Leggi anche ->Roberta Mamusa, chi è l’ex suocera di Valentina Pitzalis: le sue accuse

Secondo la ricostruzione effettuata nelle indagini, Manuel è morto nel tentativo di uccidere l’ex moglie Valentina. Una versione dei fatti che non viene accettata dai familiari del ragazzo morto, i quali ritengono che l’incendio sia stato appiccato dall’ex nuora. Sul corpo di Manuel, però, non sono stati trovati segni di violenza o aggressione con il fuoco, gli unici che avrebbero potuto confermare un’andamento inverso a quello ricostruito in sede d’investigazione.

Leggi anche ->Valentina Pitzalis, chi è la donna sfigurata a vita dall’ex marito

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Chi era Manuel Piredda

Sulla richiesta di archiviazione pesa sicuramente la perizia psichiatrica di Manuel. Nel corso di questi anni, infatti, è stato appurato che tra il 2002 ed il 2003, Piredda ha tormentato l’ex fidanzata rendendole la vita un inferno. Firmandosi con lo pseudonimo M31, il giovane ha cominciato a minacciarla, diffamarla, diffondere foto di nudo e scritte ingiuriose nei muri del paese di nascita. In una perizia depositata nel 2009, veniva appurato che Manuel soffriva di crisi d’ansia che acuivano tratti caratteriali di tipo paraoide, motivo per cui era sotto cura di bianzodiazepina.

La storia con Valentina era nata per caso nel 2005. Tra i due era stato un colpo di fulmine e la loro relazione era continuata nonostante per diversi mesi Valentina si era dovuta spostare all’estero come lavoratrice stagionale. Nel dicembre 2005 Valentina torna in Sardegna ed i due si fidanzano ufficialmente. A distanza di un solo anno arriva anche il matrimonio, ma con il passare dei mesi la relazione s’incrina. Nel 2010 la loro relazione s’interrompe, Valentina va via di casa ma ogni tanto torna per dormire dall’ex. Manuel nel frattempo si rifà una vita e frequenta altre ragazze, ma sembra non riuscire a dimenticarsi di lei.

L’incendio del 2011

La notte che precede la domenica delle Palme, la casa di Manuel ad Bacu Abis prende fuoco. Il giovane perde la vita, mentre Valentina, sfregiata a vita, sopravvive alle fiamme grazie all’intervento dei vigili del fuoco. Successivamente la ragazza accuserà l’ex marito di aver cercato di ucciderla: “Manuel ha tentato di uccidermi perché non volevo stare più con lui”.