Chi è Don Marco Pozza, scrittore e cappellano in carcere

Curiosità su Don Marco Pozza, chi è il prete, scrittore e cappellano in carcere: amato dai giovani, cosa sapere.

(screenshot video)

Don Marco Pozza, giovane prete classe 1979, cappellano presso il carcere di massima sicurezza Due Palazzi di Padova e scrittore di saggi e romanzi che hanno avuto molto successo, ha avuto come punti di riferimento don Lorenzo Milani, priore di Barbiana, e Antoine de Saint-Exupéry, autore del romanzo Il piccolo principe.

Leggi anche –> Chi è Jane Birkin: età, carriera e vita privata della cantante britannica

Grazie alla sua verve, è diventato anche un apprezzato personaggio televisivo: tutto nasce dal suo impegno per riportare i giovani in chiesa. Infatti, ordinato sacerdote nel 2004, viene assegnato a Padova. Nel capoluogo euganeo, decide di essere lui per primo a dare l’esempio e va a cercare i giovani nei luoghi di ritrovo comuni.

Leggi anche –> Charlotte Gainsbourg: carriera, curiosità e vita privata dell’attrice

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Cosa sapere su don Marco Pozza, prete amato dai giovani

Frequenta i bar di Padova per predicare il Vangelo e nonostante sia astemio viene ribattezzato Don Spritz. La sua fama si diffonde in tutta Italia e diventa protagonista di una puntata del programma “Il testimone”, condotto da Pif e in onda su Mtv. Dal 17 settembre 2011 è cappellano del Carcere di massima sicurezza “Due Palazzi” di Padova. Due anni dopo, ha conseguito il Dottorato in Teologia alla Pontificia Università Gregoriana con una tesi su Cittadella, unica opera postuma di Antoine de Saint-Exupéry.

Diventa un punto di riferimento di tanti giovani e giovanissimi che grazie a lui e ai suoi incontri che tiene in tutta Italia si riavvicinano alla chiesa e partecipano alle funzioni. Giornalista e scrittore prolifico, con una 15ina di pubblicazioni all’attivo, ha ricevuto una menzione speciale del premio giornalistico intitolato a Biagio Agnes, a giugno 2016. Qualche mese dopo, in occasione del Giubileo dei carcerati, ha avuto un’udienza privata con papa Francesco a Casa Santa Marta in Vaticano, in compagnia di un gruppo di detenuti padovani. Diventa volto di programmi di contenuto religioso su Raiuno e TV2000.