Vittima di bullismo, 15enne suicida: “Sue foto ritoccate sui social”

Ancora una vittima di bullismo, episodio gravissimo, 15enne suicida in India: “Sue foto ritoccate sui social”.

professore bacia alunna scuola

Ancora un caso gravissimo di bullismo, che arriva dall’India, dove in questi anni hanno fatto spesso scalpore vicende che hanno riguardato giovani donne. Una ragazza di 15 anni è presumibilmente morta suicida nel distretto di Parganas, del Bengala occidentale, dopo che le sue fotografie, sovrapposte a una star di film per adulti, sono state diffuse sui social.

Leggi anche: Morto John Shimooka: la leggenda del surf aveva 51 anni

La ragazza è stata trovata impiccata nella sua casa a Shyamnagar, nei pressi della stazione di polizia di Jagatdal. Dopo il ritrovamento del cadavere dell’adolescente, si sono creati momenti di tensione nella zona con la gente del posto che bloccava le strade, chiedendo l’arresto di coloro che stavano dietro le fotografie.

Leggi anche: Modella Miss Universo trovata morta in casa: era vittima di bullismo

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La morta di una 15enne suicida perché vittima di bullismo

sesso con alunno Chieti

La famiglia della ragazza ha affermato che sebbene la polizia fosse stata informata delle “fotografie modificate”, non ha intrapreso alcuna azione. “Avevamo presentato una denuncia l’8 ottobre ma la polizia non ha prestato attenzione e le fotografie hanno continuato a circolare sui social media. Oggi la nostra bambina si è uccisa, non riuscendo a far fronte agli insulti e alle umiliazioni che ha dovuto affrontare”, ha detto un parente della giovane morta suicida.

Sebbene nessuno sia stato arrestato, la polizia ha detto che stanno indagando sulla questione. “Abbiamo informato esperti informatici e stanno cercando di trovare i dettagli per risalire a chi possa aver diffuso le foto. La nostra indagine è in corso”, ha detto un ufficiale della stazione di polizia di Jagatdal. Purtroppo si tratta di una piaga dalle conseguenze gravissime, una catena difficile da spezzare.

coronavirus scuola chiuso istituto