Modella Miss Universo trovata morta in casa: era vittima di bullismo

Una giovane modella neozelandese e finalista di Miss Universo, Amber-Lee Friis, è stata trovata morta in casa: era vittima di bullismo.

(screenshot video)

La modella Amber-Lee Friis, 23 anni, è stata trovata morta lunedì ad Auckland, in Nuova Zelanda. Nel 2018 ha rivelato di essere stata vittima di bullismo per i suoi occhi “storti” a scuola e non avrebbe mai immaginato che sarebbe diventata una modella.

Leggi anche –> Morta la star di Netflix Hana Kimura: aveva solo 22 anni

Descritta da chi la conosceva come “esuberante” e “genuina”, la modella era arrivata alle finali di Miss Universo proprio nel 2018, come candidata neozelandese. Non sono state rese note le cause del decesso della giovane.

Leggi anche ->Morto Gregory Tyree Boyce: lutto nel cinema per la star di Twilight

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Vittima di bullismo, morta la giovane finalista di Miss Universo

Una delle ipotesi al vaglio è che la giovane Amber-Lee Friis possa essersi suicidata. Vittima di bullismo incessante a scuola a causa dei suoi “occhi inclinati” e “pelle abbronzata” – con un compagno di classe che le aveva ripetutamente affibbiato dei soprannomi – la modella neozelandese aveva ammesso in passato di avere la sensazione che il mondo la “appesantisse”.

In un’intervista aveva dichiarato: “Ricordo di essermi seduta nella mia stanza una notte e di aver pensato a quanto potesse essere dura la vita. In giovane età senti che il mondo ti pesa sulle spalle. Ho avuto una visione negativa di tutto. Mi immaginavo una vecchia signora arrabbiata, grassa, ma poi ho pensato: non è quello che voglio essere”. Tanti i ricordi e gli omaggi di chi ha conosciuto la bella modella neozelandese.