Trapani, allarme bomba: sgomberato il municipio della città

Scene di panico in pieno centro a Trapani, allarme bomba da telefonata anonima: sgomberato il municipio della città.

(CC-BY-SA-3.0)

In seguito alla diramazione di un allarme bomba, pochi minuti fa è stato sgomberato il municipio di Trapani, dove proprio oggi era in corso la discussione circa l’inserimento tra le candidate a “Capitale Italiana della cultura 2022”, unica candidata siciliana. Presso il municipio, in pochi minuti sono arrivate le forze dell’ordine. Sono in corso accertamenti per capire quanto accaduto.

Leggi anche –> Genova, allarme bomba in stazione: artificieri sul posto

Panico a Palazzo d’Alì, sede del Municipio di Trapani, intorno alle 14.30. Ma oltre alla sede principale, è stato sgomberato anche Palazzo Cavarretta, sede di altri uffici e del consiglio comunale. L’allerta è scattata infatti in seguito a una telefonata anonima, che parlava genericamente di “uffici comunali”. I dipendenti presenti sono in strada.

Leggi anche –> Roma: Allarme Bomba a redazione di La Repubblica

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Allarme bomba a Trapani: cosa sta accadendo

pescara allarme bomba
(screenshot video)

Nel frattempo, in questo momento si attende l’arrivo degli artificieri, che appunto dovranno verificare se l’allarme è reale ed eventualmente disinnescare l’ordigno. Pochi minuti prima della telefonata, è stato pubblicato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali l’elenco delle città finaliste per il titolo di “Capitale Italiana della Cultura 2022”, inclusa anche Trapani per l’appunto. Un risultato che per la città siciliana è sicuramente motivo di orgoglio.

La scelta è stata salutata dal sindaco Giacomo Tranchida con grande soddisfazione: “L’essere in finale dimostra che la giuria ha apprezzato l’ampio e dettagliato dossier e il piano strategico culturale che è alla base della candidatura, una strategia che pone la Cultura al centro dello sviluppo di questa meravigliosa città. Ci abbiamo creduto sin dal primo momento e con rinnovata energia continueremo a lavorare per il raggiungimento dell’obiettivo finale”.

pacco bomba