Jannik Sinner trionfa a Sofia: storica vittoria per l’azzurro

Si è appena concluso il match valido per la finale ATP di Sofia tra il talento azzurro Jannik Sinner e il 30enne canadese Vasek Pospisil.

(NIKOLAY DOYCHINOV/AFP via Getty Images)

Non smette di stupire Jannik Sinner: ha conquistato la sua seconda finale di un torneo ATP in carriera, battendo l’esperto francese Adrian Mannarino. Ieri infatti ha battuto il suo avversario nell’ATP 250 di Sofia e quindi si presentava oggi contro un avversario molto temibile: in finale affronta il 30enne canadese Vasek Pospisil.

Leggi anche –> Roland Garros, Sinner da applausi: si arrende solo al grande Nadal

Si tratta di un tennista fortissimo nel doppio, ma che ha una certa esperienza anche nel singolare. Il primo set giocato dal campioncino italiano contro il canadese è equilibrato e risolto da un solo break: finisce così 6-4. Nel corso del secondo set, già all’inizio l’altoatesino prende un break che poco dopo perde.

Leggi anche –> Tennis: Jannik Sinner strapazza il rivale de Minaur a Sofia

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La sfida tra Sinner e Pospisil: cosa è accaduto

(Dean Mouhtaropoulos/Getty Images)

Il secondo set scorre poi nel peggiore dei modi con un altro break del canadese. Si tratta dell’unico momento di difficoltà dell’azzurro nel corso del torneo, che di fatto regala a Pospisil l’opportunità di servire per vincere il set. La finale del Sofia Open si decide al terzo set: finisce infatti 6-3 il secondo set. Per la prima volta nell’intero torneo di fatto Sinner va in difficoltà contro un suo avversario. Contro de Minaur, la vittoria al tie-break aveva reso più “dolci” alcuni errori.

Primo game del terzo set davvero difficile: due palle break annullate e servizio tenuto. Sul 2-2, Sinner compie una prodezza che gli regala il game, un colpo che gli regala il game e che lascia tutti a bocca aperta. L’azzurro in ogni caso prova a tenere bene per poi forzare i colpi, ma l’avversario è davvero attento e anzi è lui a piazzare i colpi migliori nella fase centrale del terzo set. Tiratissimi gli ultimi game: Pospovil non molla nulla. Si va al tie-break. Al cambio campo, avanti Sinner per 4 a 2. Gli ultimi colpi sono quelli fondamentali e lui non fallisce: 7-3 nel tie-break e il torneo è suo.