Zona rossa Campania | è allarme | ‘Finite le bombole d’ossigeno’

Allarme zona rossa Campania, un’altra criticità urgente arriva dalla mancanza di bombole di ossigeno nelle farmacie. “Non ce la facciamo”.

Zona rossa Campania bombole ossigeno
Niente bombole di ossigeno zona rossa Campania

Mentre parla il governatore Vincenzo De Luca, da più parti si leva l’appello ad istituire una zona rossa Campania. In realtà sembra essere la sola Napoli con pochi altri comuni limitrofi e qualche altro di altre province a versare in una situazione che necessiterebbe dell’attuazione di restrizioni più pressanti. In tal modo la curva dei contagi dovrebbe scendere nelle prossime settimane.

Leggi anche –> Bonaccini positivo | il governatore emiliano con polmonite bilaterale | FOTO

Il governatore, nel consueto discorso tenuto nel pomeriggio di venerdì 13 novembre 2020, riferisce di una tendenza al ribasso dei nuovi infetti negli ultimi tre giorni. Ma il numero resta alto, con 3900 nuovi contagi. De Luca però parla di “strumentalizzazioni che dipingono un quadro più nero di quello che è in realtà. In Piemonte stanno messi peggio”. Invece dalla Federfarma di Napoli arriva una notizia non bella, con richieste urgenti di bombole di ossigeno nelle farmacie. Richieste che però non possono essere soddisfatte, con le domande che superano di molto quella che è la effettiva disponibilità. “I farmacisti della nostra regione stanno lavorando alacremente, addirittura andando per le case a recuperare le bombole vuote. Questa è una vera mortificazione, lo è sempre quando non possiamo soddisfare i pazienti che hanno bisogno di cure”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!

Leggi anche –> Contagi oggi | l’inferno del 35enne Lorenzo | ‘Ho visto la morte’ FOTO

Zona rossa Campania, farmacie senza bombole di ossigeno: “È un disastro”

Secondo Federfarma Napoli, sono 5mila le bombole consegnate in occasione, con l’ossigeno che però al momento non è disponibile neppure per curare altre patologie che lo richiederebbero. La situazione su una eventuale zona rossa Campania resta quindi difficile. Per ora la regione resta ‘in giallo’, ma occorre che la curva dei contagi rallenti. Ed anche che situazioni come questa che affligge i farmacisti cambi. Infine Federfarma Napoli descrive la situazione attuale: a suo avviso sta succedendo quello che era capitato in primavera in Lombardia, Veneto e parte dell’Emilia-Romagna. “Eppure era prevedibile che quanto successo in quelle aree si sarebbe esteso in tutta Italia. È venuta meno una adeguata programmazione da parte del Governo. C’è chi, per disperazione, si sta rivolgendo anche a canali paralleli ed ovviamente illegali pur di avere delle bombole di ossigeno”.

Leggi anche –> Mini zone rosse, le nuove ordinanze: le Regioni cambiano colore