Uomo precipita dal campanile di una chiesa mentre lavora e muore

Un uomo di 64 anni è morto dopo una caduta sul lavoro: stava lavorando alla ristrutturazione di una Chiesa.

La giornata di oggi si è aperta con una tragedia a Birmingham, città sita nel sud ovest dell’Inghilterra. Nelle prime ore della giornata, un uomo di 64 anni è precipitato dal campanile della chiesa di St. Nicholas, a Green, intorno alle 11:25. Gli uomini che stavano lavorando insieme a lui alla ristrutturazione dell’edificio hanno immediatamente chiamato i soccorsi. Due ambulanze e un elisoccorso hanno raggiunto il luogo dell’incidente in pochi minuti e i paramedici si sono immediatamente recati dov’era caduto l’uomo.

Leggi anche ->Nonno muore davanti ai nipotini | l’uomo precipita dal 3° piano

Il personale sanitario ha fatto il possibile per salvare la vita dell’uomo, ma le ferite riportate nella caduta erano troppo gravi ed alla fine ne hanno dovuto dichiarare il decesso sul posto. Sul luogo dell’incidente è giunta anche una pattuglia di polizia che si è occupata di recintare la zona per dare inizio ai rilevamenti. La zona verrà esaminata con accuratezza e tutti i presenti verranno interrogati per capire come si sia verificato l’incidente.

Leggi anche ->Montreal, decine di dipendenti in ostaggio negli uffici della Ubisoft

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Uomo precipita mentre lavora in una chiesa: “Non abbiamo potuto salvarlo”

La polizia conferma quanto riportato dai media locali, aggiunge che la procura è stata informata dell’accaduto e che un’inchiesta è stata aperta per capire cos’è successo. L’incidente è stato confermato anche da un portavoce della West Midland Ambulance Service, il quale ha dichiarato:

“Siamo stati chiamati per la caduta di un uomo nei pressi di Pershore Road South alle 11.25. Sul posto sono state mandate due ambulanze e un elisoccorso con a bordo paramedici e un medico specializzato in traumi cerebrali. Quando sono giunti si sono trovati davanti ad un uomo che aveva riportato ferite gravi e lo staff medico ha cominciato a praticare manovre di supporto vitale avanzate. Sfortunatamente, nonostante i loro sforzi è apparso chiaro che non c’era nulla da fare per salvarlo ed è stato pronunciato morto sul luogo”.