Jannik Sinner compie l’impresa: vola in finale a Sofia

Ancora un altro colpo del talento del tennis azzurro Jannik Sinner, che batte Mannarino e vola in finale a Sofia.

Sinner
(Instagram)

A 19 anni, non smette di stupire Jannik Sinner: ha conquistato la sua seconda finale di un torneo ATP in carriera, battendo l’esperto francese Adrian Mannarino. Si tratta di una vittoria importante: per la prima volta va in una finale di un torneo ATP250 e ora è quasi matematicamente tra i primi 40 al mondo.

Leggi anche –> Roland Garros, Sinner da applausi: si arrende solo al grande Nadal

Il 19enne altoatesino è sempre più il ragazzo dei record: il suo 2020 è stato davvero d’oro, con l’incredibile quarto di finale conquistato al Roland Garros, dove ha ceduto solo alla forza di uno dei tennisti più forti di sempre, ovvero Rafa Nadal. Ieri nei quarti ha battuto quello che ormai è a tutti gli effetti un suo rivale, Alex de Minaur, numero 25 al mondo.

Leggi anche –> Tennis: Jannik Sinner strapazza il rivale de Minaur a Sofia

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Com’è andata tra Jannik Sinner e Adrian Mannarino a Sofia

(Dean Mouhtaropoulos/Getty Images)

Oggi un nuovo temibile avversario per lui: si trattava di Adrian Mannarino, che è testa di serie numero 5 in questo torneo ATP ed è tra i primi quaranta tennisti al mondo, ma che è anche stato alla posizione numero 22 del ranking ATP. Il valore e l’esperienza dell’avversario si sono fatti sentire, ma Sinner non ha mai mollato, anche nei momenti più difficili, quelli in cui – nel secondo set – si è trovato costretto alla rimonta nei game in cui l’avversario aveva ottenuto delle palle break.

Infatti, sono stati in tutti tre i break point annullano da Jannik Sinner nel secondo set, che ha concluso in una maniera straordinaria. Infatti, se nel primo set è bastato un break al sesto game per chiudere 6-4, nel secondo set ha dovuto faticare di più, emergendo nel finale da campione assoluto qual è già oggi a soli 19 anni. Nell’undicesimo game, ottiene il break a zero, quindi mantiene anche il servizio a zero: vince così il secondo set col punteggio di 7-5, mettendo a segno 10 punti consecutivi.