Incendio nello studio Rai di Saxa Rubra, sospesa la puntata di Agorà

Questa mattina si è sviluppato un incendio all’interno dello studio Rai a Saxa Rubra in cui si trasmette Agorà. Il programma è stato sospeso.

L’appuntamento settimanale con il programma di approfondimento di Rai Tre, Agorà, doveva concludersi come di consueto con la puntata del venerdì. Il programma sarebbe dovuto andare in onda a partire dalle 8, ma un improvviso incendio all’interno dello studio ha impedito l’inizio della trasmissione. Le fiamme si sono propagate per una parte dello studio ed è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco.

Leggi anche ->Coronavirus, chiudono Chi l’ha Visto? e Agorà: contagiati tra gli ospiti

Per fortuna l’incendio è stato spento in tempo e non sono stati registrati grossi danni. Tuttavia il fumo generato dalle fiamme ha invaso tutta la sala, rendendo impossibile la messa in onda della trasmissione. Inizialmente la conduttrice, Luisella Costamagna, e tutto lo staff hanno cercato un altro studio dal quale andare in onda, ma alla fine si sono arresi ed hanno deciso di posticipare l’appuntamento con il proprio pubblico a lunedì prossimo.

Leggi anche ->Ricciardi drastico: “I prossimi mesi saranno terribili”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Incendio nello studio di Agorà, i vigili sono sul posto

A dare l’annuncio del rinvio della trasmissione è stata la stessa Costamagna durante un collegamento con Rai News 24. La conduttrice ha spiegato che per fortuna nessuno di coloro che era presente nello studio è rimasto ferito e che l’incendio è già stato domato. I Vigili del Fuoco si trovano ancora sul posto per indagare sulla causa, ma si pensa già che si sia trattato di un guasto tecnico alla centralina.

La scaletta di oggi prevedeva un approfondimento sull’emergenza Covid e sull’aumento dei contagi e dei decessi registrato ieri. Inoltre si sarebbe parlato delle ordinanze delle regioni e del caso Campania. Per discutere della situazione sarebbero intervenuti tra gli altri: Lucia Borgonzoni della Lega, Riccardo Ricciardi del M5S, Fabio Melilli del PD e Giovanni Donzelli di FdI. Come esperto scientifico sarebbe invece intervenuto il virologo Andrea Crisanti, il quale da settimane invoca un lockdown generalizzato per interrompere la diffusione del contagio.