Coronavirus 13 novembre: superati i 40mila casi giornalieri

Allerta Coronavirus in Italia, i dati di oggi 13 novembre: superati i 40mila casi giornalieri, frenata delle terapie intensive.

(FILIPPO MONTEFORTE/AFP via Getty Images)

Italia nella morsa del Coronavirus anche oggi 13 novembre: se da un lato, qualcuno pensa già alla possibile terza ondata di febbraio, è evidente che i dati odierni mostrino come ancora la situazione sia complicata in tutto il Paese. Si registrano infatti oggi 40.902 casi, nuovo record giornaliero di nuovi contagi; 550 i decessi ovvero lievemente in calo.

Leggi anche -> Coronavirus, altre 2 Regioni in zona rossa: Campania e Toscana

La Regione che anche oggi ha il maggior numero di nuovi positivi è la Lombardia, che pure aveva mostrato dei piccoli cenni di miglioramento un paio di giorni fa. I nuovi contagi in Regione superano di nuovo quota 10mila e sono esattamente 10.634 con oltre 55mila tamponi effettuati. Rallentano i ricoveri in terapia intensiva nella Regione: sono “solo” 19 in più.

Leggi anche -> Coronavirus, Ricciardi: “Il Lockdown? Non è stato ancora scongiurato”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Dati Coronavirus in Italia oggi 13 novembre

(FILIPPO MONTEFORTE/AFP via Getty Images)

Dai dati di questi ultimi 2 giorni, emerge un rallentamento dei ricoveri in terapia intensiva, oltre che una lieve riduzione dei decessi. Sono “solo” sessanta i ricoveri in più nei reparti di terapia intensiva, ieri la riduzione era stata più contenuta. Molti di meno anche i decessi, dai 636 di ieri ai 550 di oggi. 1,1 milione di persone su 11 milioni di testati sono risultati positivi dall’inizio della pandemia di Coronavirus nel nostro Paese.

Anche oggi vanno sottolineati i dati che riguardano le tante, troppe Regioni a quattro cifre: oltre al boom della Lombardia, abbiamo il Piemonte per la prima volta sopra i 5mila contagi, quindi la Campania che resta sopra i 4mila. Al quarto posto per numero di contagi, c’è il Veneto con 3.605 nuovi positivi, il Lazio sfiora i 3mila nuovi contagi e sono sopra quota 2mila anche Emilia-Romagna e Toscana. Hanno quindi numeri a quattro cifre Sicilia, Puglia, Liguria e oggi anche Trentino Alto-Adige.