Golf, colpo incredibile: pallina rimbalza sull’acqua più volte

Continua la preparazione di Jon Rahm per l’Augusta Master. Il golfista spagnolo ha stupito tutti con un colpo da applausi.

Getty Images

Ci si avvicina a grandi passi all’Augusta Master, importantissimo torneo di golf (uno dei quattro Major in Usa) che si disputa sin dal 1937 nel Augusta National Golf Club, in Georgia. Tra i candidati alla vittoria finale, c’è sicuramente il golfista spagnolo Jon Rahm, da anni il numero uno tra i professionisti in Spagna e da qualche mese il numero 1 al mondo. Da luglio 2020, infatti, Jon è diventati i leader della classifica iridata dopo la vittoria al Memorial Tournament, e si è confermato in agosto con la vittoria al BMW Championship.

Leggi anche ->Renato Paratore, chi è il campione di golf: carriera e curiosità

Il 26enne spagnolo, dunque, è intenzionato a confermare il trend positivo e la posizione in classifica con una vittoria all’Augusta Master, trionfo che gli permetterebbe di chiudere in bellezza un 2020 pieno di soddisfazioni personali. A giudicare da come sta andando la fase di preparazione al torneo, Jon è in forma strepitosa e si candida a favorito per la vittoria finale. In questi ultimi giorni ha già mostrato le sue abilità mettendo a segno due ace, uno più bello dell’altro, in sole 48 ore.

Leggi anche ->Mihajlovic | ‘Paura della malattia | non rinnego la Tigre Arkan’

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Golf, il colpo incredibile di Jon Rahm

Il secondo ace, in particolare, è quello che ha strabiliato chiunque fosse sul campo da golf o stesse seguendo la fase di preparazione del golfista spagnolo. Jon Rahm, infatti, ha fatto buca in un solo colpo e per farlo ha sfruttato la superfice d’acqua che si trovava davanti. Invece di superare lo specchio d’acqua, Jon ha fatto rimbalzare la pallina per tre volte, conferendole l’inerzia necessaria per continuare la sua corsa sino alla buca. Un colpo eccezionale, probabilmente l’hole in one più bello mai visto su un campo da golf.