Morto Spinbad: era uno dei dj più noti e amati al mondo

Lutto nel mondo della musica, è morto Spinbad: era uno dei dj più noti e amati al mondo, il cordoglio e il ricordo dell’amico Yoda.

(screenshot video)

L’iconico DJ Spinbad è morto a soli 46 anni, lo ha confermato un suo amico e collega. Spinbad, il cui vero nome era Chris Sullivan, è morto ieri a New York, ma la sua causa della morte non è stata ancora resa nota. La triste notizia è stata confermata mercoledì su Twitter dal suo amico, il DJ britannico Yoda. Il noto disc jockey, che tra gli altri è stato in tour con Moby, era considerato il dj con le mani più veloci della scena newyorkese.

Leggi anche –> Michele Riondino: un’altra passione oltre al cinema – VIDEO

Aveva pubblicato due album, Underground Airplay nel 2001 e la compilation FabricLive.14 nel 2004, ma soprattutto aveva pubblicato tantissimi mixtape, a partire da Rock the Cashbah (The ’80s Megamix), uscito a metà anni Novanta. Il dj ha a lungo lavorato alla stazione radio di New York City WHTZ.

Leggi anche –> Andrea Lo Cicero sconvolto: uccisa l’asina amica dei bambini – VIDEO

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il cordoglio per la morte del noto dj Spinbad

Spinbad era noto per i suoi mix di musica degli anni ’80 e ’90 e DJ Yoda che ne ha annunciato oggi la morte è stato a lui suo allievo: “Lui è uno dei motivi principali per cui sono un DJ”, ha sottolineato su Twitter, spiegando di essere sconvolto dalla morte del maestro e amico. Ha spiegato quanto Spinbad fosse stato influente nella sua carriera e per lui uscire dalla sua comfort zone come musicista, mettendo a frutto le sue capacità anche di sperimentatore di nuove sonorità.

Yoda ha proseguito: “Ancora oggi, parlo di lui quando nelle interviste mi viene chiesto quali siano le mie influenze. Il mondo oggi è culturalmente più vuoto senza di lui – vorrei avere la possibilità di dirgli addio”. Tantissimi i messaggi in queste ore, come quello del rapper The Rugged Man o del suo collega Vinnie Paz. Quest’ultimo scrive: “È passato un minuto dall’ultima volta che abbiamo parlato. Vorrei che non fosse così. Fai un buon viaggio”.