Esplosione in Arabia Saudita: il Remembrance Day finisce in tragedia

In Arabia Saudita c’è stata una violenta esplosione durante lo svolgimento del Remembrance Day. Si contano i feriti. 

L’esplosione è avvenuta a Jeddah, in Arabia Saudita. Dalle prime ricostruzioni l’incidente sarebbe stato causato dal lancio di una granata. Al momento del fatto, le persone coinvolte si trovavano in un cimitero non musulmano ed erano intenti a celebrare una cerimonia per il Remembrance Day.

Leggi anche -> Attentato Russia | soldato apre il fuoco in struttura militare | 3 morti

Tra le persone coinvolte ci sarebbe anche il console francese e diversi francesi espatriati. Il clima con la Francia era già teso da diverso tempo e questo fatto non ha giovato ai rapporti tra queste due potenze. Il mese scorso, sempre a Jeddah, era stata accoltellata una guardia davanti al consolato francese.

Arabia Saudita e Francia, un rapporto in deterioramento

A fare da corollario a questa situazione sempre più tesa ci sono anche le parole del presidente Francese. Emmanuel Macron ha infatti usato termini taglienti contro il mondo musulmano. Il presidente ha categoricamente rifiutato prendere le distanze dalle vignette satiriche di Charlie Hebdo. La sua posizione è rimasta inflessibile anche dopo che un insegnante è stato decapitato proprio per aver mostrato quelle immagini in classe.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il professore in questione era Samuel Paty (47 anni). Era stato minacciato dopo aver mostrato quelle vignette “blasfeme”, ma nessuno avrebbe mai pensato che si arrivasse fino all’omicidio. Come sappiamo dalle notizie, l’uomo è stato ucciso lo scorso mese. Il presidente Macron è anche intervenuto alla commemorazione funebre di Paty. Durante il suo discorso ha reso chiare le sue intenzioni: “ Non sconfesseremo le vignette, i disegni anche se gli altri si tirano indietro”. Il capo di stato ha poi concluso dicendo che la Francia “non credere nell’Islam politico”, non sarebbe compatibile con la stabilità e la pace nel mondo.

Leggi anche -> Francia, prof decapitato in strada: “Mostrò vignette su Maometto”