Papa Francesco | vice prete lo attacca | È un eretico che va convertito’

Un sacerdote si è scagliato con estrema durezza contro Papa Francesco in occasione di una messa. Bergoglio viene bollato come “eretico da convertire”.

Papa Francesco eretico
Per un vice prete Papa Francesco è un eretico da convertire Foto dal web

È polemica per quello che è accaduto a Borgio Verezzi, piccola località situata in provincia di Savona, in Liguria. Qui infatti il vice parroco, nel corso di una messa, si è scagliato con parole forti contro Papa Francesco. Il religioso ha accusato il Sommo Pontefice di essere “un eretico che deve essere convertito”.

LEGGI ANCHE –> Papa Francesco apre a unioni gay: “Sono anche loro figli di Dio”

A queste deliranti esternazioni ha subito posto un freno il parroco, titolare della parrocchia, che ha stoppato prontamente il suo vice. L’omelia celebrata domenica 1° novembre in occasione della festività di Ognissanti però non è potuta andare avanti come normalmente avviene. I fedeli hanno abbandonato la chiesa nel breve volgere di pochi minuti, esterrefatti ed anche infastiditi da quanto si sono ritrovati a dovere assistere. Il vescovo di Albenga-Imperia, Monsignor Guglielmo Borghetti, ha condannato il comportamento del vice parroco, annunciando delle immediate azioni disciplinari. “Nessuno mai dovrebbe permettersi di esclamare parole del genere contro Bergoglio, specialmente se si tratta di un sacerdote”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!

LEGGI ANCHE –> Papa Bergoglio, altolà sul battesimo: “Così non è valido”

Papa Francesco, le sue affermazioni recenti sulle unioni civili non sono piaciute ad alcuni

Il contestatore del Papa verrà presto rimosso dal suo ruolo di vicario della parrocchia di Borgio Verezzi. Il motivo di tanto astio generato nel vice parroco nei confronti di Papa Francesco oggi sta nelle recenti affermazioni che lo stesso Bergoglio ha rilasciato pochi giorni fa in materia di unioni civili. Per l’83enne vicario di Dio in Terra anche le coppie dello stesso sesso hanno diritto ad un riconoscimento ufficiale. “Si tratta di figli di Dio che hanno diritto, come tutti gli altri, ad avere una famiglia”. Smentita però una affermazione di Papa Francesco sulla necessità di dovere creare una legge in materia di unioni civili. Una nota del Vaticano risalente al 1° novembre ha precisato come queste ultime dichiarazioni “siano state estrapolate in un contesto diverso”.

LEGGI ANCHE –> Contagiate Guardie Svizzere: timori per il Papa

 

Visualizza questo post su Instagram

 

EN: Today we pray for all the #FaithfulDeparted and especially for the victims of the Coronavirus: for those who have died alone, without the caress of their loved ones; and for those who have given their lives serving the sick. PT: Hoje rezamos por todos os #FiéisDefuntos e especialmente pelas vítimas do coronavírus: por aqueles que morreram sozinhos, sem o carinho de seus entes queridos; e por todas as pessoas que deram a vida a serviço dos enfermos. ES: Hoy rezamos por todos los #FielesDifuntos, especialmente por las víctimas del coronavirus.

 

por quienes han muerto solos, sin la caricia de sus seres queridos; y por todas las personas que han dado la vida por servir a los enfermos. IT: Oggi preghiamo per tutti i #FedeliDefunti e specialmente per le vittime del coronavirus: per coloro che sono morti da soli, senza la carezza dei loro cari; e per tutte le persone che hanno donato la vita nel servizio agli ammalati. FR: Aujourd’hui, prions pour tous les #FidelesDefunts et spécialement pour les victimes du coronavirus: pour ceux qui sont morts seuls, sans la caresse de leurs proches.

 

et pour toutes les personnes qui ont donné leur vie au service des malades. DE: Heute beten wir für alle unsere #Verstorbenen, besonders für die Opfer des Coronavirus: für jene, die einsam und ohne die liebevolle Nähe ihrer Angehörigen gestorben sind; und für alle, die ihr Leben im Dienst an den Kranken hingegeben haben. PL: Dzisiaj modlimy się za wszystkich #WiernychZmarłych, a szczególnie za ofiary koronawirusa: za tych, którzy zmarli w samotności, pozbawieni czułości swoich bliskich; i za wszystkie osoby, które oddały swoje życie w służbie chorym.

Un post condiviso da Pope Francis (@franciscus) in data: