Mappa regioni: quali saranno in zona rossa, arancione e verde?

Quest’oggi verrà pubblica dalla Protezione Civile la mappa delle regioni: scopriamo quali saranno in zona rossa, arancione e verde.

Al termine di un lunghissimo vertice con le regioni, il governo ha approvato il nuovo Dpcm per il contrasto della diffusione del Covid-19. Come già anticipato dal premier Conte nel pomeriggio di lunedì, non si opterà per un lockdown totale, ma per un sistema a zone sul modello di quello applicato in Germania. Lo scopo è quello di evitare una congestione totale dell’economia del Paese come accaduto a marzo e ad aprile.

Leggi anche ->Lockdown a Milano, il sindaco Sala: “Misure severe, ma le rispetteremo”

Le zone rosse comportano un lockdown simile a quello vissuto nei mesi primaverili. I negozi, i bar e i ristoranti saranno chiusi, così come i centri commerciali. La capienza dei mezzi pubblici verrà dimezzata, gli studenti dovranno continuare le lezioni con la didattica a distanza e per spostarsi da una provincia all’altra ci sarà bisogno di una valida motivazione (lavoro, salute o comprovate necessità). Nelle zone arancioni, invece, non saranno impediti gli spostamenti tra province e dovrebbero rimanere aperti i servizi alle persone (parrucchieri e centri estetici). Più libertà nelle zone verdi, dove potranno rimanere aperti bar, ristoranti e locali con le limitazioni orarie già previste dal precedente Dpcm.

Leggi anche ->Firmato il nuovo Dpcm: tutte le misure valide fino al 3 dicembre

Mappa regioni: quali saranno in zona rossa, arancione o verde?

Al momento sappiamo per certo che la Protezione Civile stabilirà la zona in base a 21 criteri atti a valutare lo stato di salute del sistema sanitario e della popolazione. Entro oggi dovrebbe essere pubblicata la mappa delle regioni che chiarirà una volta per tutte quali di queste sono già in zona rossa e quali nelle altre. Per stabilirlo verrà effettuato un ulteriore monitoraggio che consentirà di comprendere meglio qual è il livello di rischio di ogni singola regione.

Nelle scorse ore, tuttavia, i principali quotidiani nazionali hanno condiviso delle previsioni su quelle che saranno le zone rosse. Attualmente le regioni quasi certe di una chiusura totale sono la Lombardia, il Piemonte, il Trentino, la Valle d’Aosta e la Calabria. Tra le regioni ancora in bilico ci sono la Campania, la Puglia e la Sicilia. Al momento queste vengono considerate zone arancioni, ma non è escluso che possano essere inserite tra le zone rosse. In Campania, infatti, preoccupa la zona di Napoli e Caserta, mentre la Sicilia e la Puglia sono indicate tra le regioni a maggior rischio di probabilità alta di progressione del virus. In bilico tra la zona verde e quella arancione, invece, troviamo il Veneto e l’Emilia Romagna.

nuovo Dpcm lockdown Conte