Cold Case | omicidio risolto così dopo 12 anni dalla squadra mobile

Un cosiddetto ‘cold case’ ritenuto chiuso senza alcun colpevole è giunto a conclusione dopo anni con una svolta improvvisa. Preso l’assassino.

cold case squadra mobile
Risolto dopo 12 anni un cold case dalla squadra mobile di Oristano Foto dal web

Un omicidio viene risolto a distanza di 12 anni da parte delle forze dell’ordine. Si tratta di quello che viene definito in gergo un ‘cold case‘, ovvero una indagine penale irrisolta che resta aperta in attesa della scoperta di nuove prove. Ed è proprio quello che è avvenuto in merito all’omicidio di un anziano, avvenuto nel giugno 2008 nella località sarda di Soddi, in provincia di Oristano.

Leggi anche –> Imprenditore ucciso | agguato con una balestra nella sauna di casa

La vittima si chiamava Giuseppino Carboni ed aveva 86 anni. Dopo così tanto tempo sono venute fuori due tracce minuscole di impronte digitali lasciate su del nastro adesivo attorcigliato attorno alla bocca dell’uomo ucciso. Fu proprio questo a provocarne la morte, giunta per soffocamento. La squadra mobile di Oristano ha così risolto il cold case arrestando un uomo di 39 anni. Quest’ultimo agì assieme ad alcuni complici per rapinare Carboni.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI.

Leggi anche  –> Bologna, il figlio uccide il padre: è giallo sul tremendo fatto di sangue

Cold case, arrestato un uomo ai tempi molto giovane

Il pensionato quale venne anche malmenato prima di essere immobilizzato e di vedersi la bocca tappata con un panno e poi con dell’adesivo. I malviventi lasciarono l’uomo legato al proprio letto ed il panno aveva finito con l’impedirgli di respirare. Il ritrovamento del corpo avvenne il giorno dopo ad opera di alcuni parenti. Da allora si indagò ma senza giungere ad alcuna conclusione. Prima che spuntassero fuori le tracce di impronte digitali, nello scorso mese di agosto.

Leggi anche -> Arrestato a 14 anni: è accusato di omicidio e tentato omicidio